08 maggio 2017 | 15:33

Sul 5G arriveremo prima dei competitor e lo cominceremo a sperimentare già quest’anno, dice Calcagno, ad di Fastweb: puntiamo alla convergenza tra mobile e fisso con una quota di mercato mobile tra il 3 e il 5%

Claudio Cazzola – “Oggi il mercato della telefonia mobile è come una giungla, fatta di offerte complicate, di difficile interpretazione, tanto che per orientarsi bisogna ricorrere a servizi di comparazione. E poi ci sono troppi costi nascosti, di cui l’utente non si rende conto quando sottoscrive un’offerta, e pesanti penali in caso si voglia poi cambiare operatore. I clienti sono infastiditi, ansiosi per questo stato di cose. Il mercato ci chiede più trasparenza. Ed è questo che noi vogliamo dare: più trasparenza e qualità”. Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb, ha vestito gli insoliti panni del difensore dei consumatori per presentare oggi a Milano la nuova offerta per il mondo mobile, all’insegna dello slogan ‘Niente sarà più come prima’ (che è anche l’hashtag della campagna: #NienteComePrima).

Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb, l'8 maggio a Milano, alla presentazione delle nuove offerte mobile.

Alberto Calcagno, amministratore delegato di Fastweb, l’8 maggio a Milano, alla presentazione delle nuove offerte mobile.

“È un’offerta, semplice, chiara e libera”, ha detto Calcagno, “senza costi nascosti, senza sorprese, senza vicoli e penali e con chiamate internazionali incluse verso oltre 50 Paesi”. Le tariffe sono molto competitive, come è logico, visto il prossimo arrivo nel nostro Paese di un agguerrito operatore low cost, il francese Iliad, con cui il mercato dovrà presto fare i conti. Tim, ad esempio, si è già attrezzata lanciando qualche settimana fa il brand ‘no frills’ (senza fronzoli) Kena, che propone una pacchetto di 600 minuti di chiamate e 6 Gb di Internet a 9,99 euro al mese sulla rete 3G.

Fastweb vuole fare di più: propone infatti tre offerte sulla rete 4G, la più veloce attualmente (in attesa della nuova generazione, il 5G, su cui la società del gruppo Swisscom sta puntando molte delle sue carte). Mobile 500 comprende 500 minuti di chiamate e 3Gb di traffico Internet a 9,95 euro ogni 4 settimane; Mobile 250 comprende 250 minuti di chiamate e 6Gb allo stesso prezzo; Illimitato propone, come dice la parola, chiamate senza limiti e 6Gb di traffico Internet, sempre sulla rete 4G, a 14,95 euro. E c’è anche un’offerta base, unica sul mercato, con 100 minuti di traffico voce e 100 mega di traffico Internet a 1,95 euro ogni 4 settimane.

Il prezzo di ognuno di questi pacchetti diventa ancora più conveniente per chi è già cliente di Fastweb sulla rete fissa: 5,95 euro per le prime due offerte, 9,95 per il traffico illimitato, 0,95 per l’offerta base.

Le nuove offerte sono un’estensione di quelle lanciate lo scorso dicembre, in coincidenza con il passaggio di Fastweb, come operatore mobile virtuale, dalla rete di 3 Italia a quella di Tim. Una proposta accolta con molto favore dal pubblico: “Abbiamo conquistato 800mila nuovi clienti quasi solo con il passa parola, senza fare nessuna campagna di comunicazione”. Un risultato superiore alle attese, che ha determinato addirittura un crash della rete lo scorso aprile. “I nostri fornitori non si aspettavano che avessimo un tale successo; ora ci siamo attrezzati e non succederà più”, ha promesso Calcagno “Vogliamo offrire anche sul mobile la stessa qualità a cui i nostri clienti sono abituati sul fisso e nella connessione a Internet”

Ma è soprattutto sull’eliminazione dei costi nascosti e delle altre sorprese sgradite che Calcagno ha insistito nella sua presentazione per rimarcare la convenienza delle nuove offerte. “Sul mercato ci sono operatori che fanno pagare da 12 cent a 1,5 euro la chiamata alla segreteria telefonica e fino a 40 cent per controllare il credito residuo, per non parlare delle telefonate all’estero che possono costare anche più di 3 euro al minuto. E poi c’è il problema di chi sfora i minuti o i giga compresi nell’abbonamento, pagati anche questi a caro prezzo”, ha spiegato l’amministratore delegato di Fastweb. “Considerando tutti questi costi, secondo i nostro calcoli una famiglia di tre persone può risparmiare da 270 a 740 euro all’anno grazie alle nostre offerte; e per i clienti convergenti il risparmio può arrivare fino a 900 euro all’anno”.

Il lancio delle nuove offerte questa volta sarà sostenuto da un’adeguata campagna pubblicitaria. “Stanno per partire gli spot televisivi”, annuncia Calcagno. “Ci aspettiamo un’accelerata incredibile nel mobile, in vista dell’avvio del 5G, dove vogliamo svolgere un ruolo da protagonista. Nel lungo periodo puntiamo a raggiungere una quota di mercato del 3-5% nel mobile”.