Sciopero generale in Rai proclamato per il prossimo 1° giugno da Cgil, Uil, Ugl, Snater e Libersind. Conf. Sal. Rinnovo del contratto, premi e minimi le motivazioni della mobilitazione

“Siamo noi la Rai”. Comincia così un comunicato con cui Cgil, Uil e Ugl proclamano lo sciopero nazionale dipendenti Rai per il 1° giugno. Le motivazioni della mobilitazione promossa da Slc Cgil, Uilcom – Uil, Ugl – Informazione, Snater e Libersind. Conf. Sal. sono: contro la pregiudiziale aziendale posta sull’incremento dei minimi salariali; per il rinnovo del Contratto Collettivo di lavoro per quadri, impiegati e operai dipendenti della Rai; per l’erogazione del Premio di Risultato 2016.

Leggi o scarica il testo del comunicato

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Mondadori: periodici Francia a Reworld Media. Negoziata opzione put da 70 milioni

Una borsa di studio per giovani giornalisti e un programma di Oliviero Toscani. Radio Capital presenta le novità in arrivo

A Milano nasce Ibm Studios, casa dell’innovazione tecnologica: investimento da 40 milioni di euro in 9 anni