Euronews vuole diventare glocal e multiculturale. Da maggio ‘Next’ sostituisce il multiplex, con il lancio di 12 offerte premium

Euronews investe per diventare un brand d’informazione Glocal nel mondo, il primo Global media che si adatta alla aspettative dei suoi ascoltatori locali, reinventando la sua offerta di broadcast e digitale. Per questo nel maggio 2017, Euronews ha iniziato una fase di sviluppo e trasformazione del modello di distribuzione.  Dal 10 al 24 maggio, questa nuova strategia vedrà la fine del multiplex – un segnale video in molte lingue – che è sempre stato il cuore dell’offerta di Euronews dal 1993.

A sostituirlo Next, lancio di 12 distinte offerte premium per andare incontro alla domanda di cambiamento degli utenti. Le piattaforme saranno declinate con contenuti diversi, storie diverse e specifiche. Per supportare questa trasformazione, dopo cinque mesi di preparazione, una redazione di 430 tra giornalisti e staff tecnico.

Michael Peters, ceo di Euronews

“Con Euronews Next, la personalizzazione è il cuore di questa trasformazione”, ha spiegato il ceo Michael Peters. E”uronews adatterà il suo palinsesto alle necessità degli utenti, incrementando l’unicità e il nostro multiculturalismo”. Una ”visione a 360°”, capace di ”riflettere il nostro Dna Europeo, ‘Uniti nelle differenze'”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Usigrai denucia: tutto fermo per un “mortificante totonomine”, serve scatto di orgoglio di ad e CdA

Fisi, presentati a Milano i tre Mondiali di Fassa 2019, Anterselva 2020 e Cortina 2021. Roda rilancia: portiamo le Olimpiadi in Italia

NOVITA’: La classifica internazionale dei brand automobilistici più attivi sui social e dei post più condivisi a settembre