Comunicazione, New media

12 maggio 2017 | 12:38

Più di 17.500 post condivisi e quasi 68 milioni di interazioni social per la Milano Food Week; #tuttofood2017 e #Milano gli hashtag più utilizzati. L’analisi di Mimesi (INFOGRAFICHE)

Più di 17.500 post condivisi, che hanno provocato quasi 243 mila interazioni e 68 milioni di visualizzazioni. Questi i numeri social registrati dalla Milano Food Week, la manifestazione dedicata al mondo del food & beverage che si è svolta nel capoluogo lombardo dal 4 all’11 maggio scorsi.Stando ai dati raccolti e rielaborati da Mimesi, società del gruppo DBInformation, attiva nell’ambito delle rassegne stampa e del monitoraggio web e social, l’hashtag più utilizzato è stato #tuttofood2017, con 7.097 occorrenze, seguito da #milano, con 2.080 occorrenze, e #food, con 1.671 occorrenze.

“I risultati numerici da oggi disponibili,” – dichiara l’A.D. di Mimesi Marina Bonomi – “parlano da soli. Negli otto giorni della Milano Food Week sono stati generati più di 17.500 post che hanno provocato 242.900 interazioni e 68 milioni di visualizzazioni.”

Tano Simonato è stato tra gli chef il più citato negli otto giorni della manifestazione, seguito da Andrea Provenzani, Enrico Bertolini, Luca Marchini e Andrea Berton.

Guardando ai numeri dei post e delle interazioni sui singoli social, ribaltate le tradizionali gerarchie. Twitter è stato di gran lunga il canale più utilizzato (60,9% dei post), superando di gran lunga Facebook (11,9%). A Instagram e ai suoi scatti la seconda piazza (24,3%).

La zona di Milano più citata è il distretto di Tortona e Navigli (56% delle citazioni sul totale delle citazioni ricevute da tutte le aree), seguita da Rho Fiera (20%) e Sempione (14%).