12 maggio 2017 | 16:23

Giallo Zafferano dà una bella spinta al sistema food di Mondadori, sei brand tra carta e digitale per un totale di 9 milioni di contatti al mese

A un mese e mezzo dal lancio del mensile Giallo Zafferano la Mondadori fa un bilancio del suo sistema food: cinque testate e tre siti web che formano un’offerta multibrand e multicanale per rispondere alle differenti esigenze di lettori e utenti. A illustrare i risultati dei primi quattro mesi dell’anno sono stati Carlo Mandelli, dg Periodici Italia, Davide Mondo, ad di Mediamond, e Laura Maragliano, direttore delle testate.

“Il primo numero di Giallo Zafferano, primo caso di una testata che nasce da un brand già leader sul web, ha venduto circa 450mila copie portando dal 54% a circa il 70% la quota di mercato per diffusione del Gruppo Mondadori nel segmento del food”, ha detto Mandelli. Mentre Mondo ha sottolineato che il sistema cucina di Mondadori oggi raggiunge “una total audience di quasi 9 milioni di contatti al mese tra lettori e utenti e, da gennaio ad aprile, ha registrato una crescita del 30% della raccolta rispetto allo stesso periodo del 2016 grazie anche al lancio di Giallo Zafferano”.

Nella foto, da sinistra Davide Mondo e Carlo Mandelli

Mondadori ha storicamente in portafoglio quattro brand: il mensile gourmet ‘Sale&Pepe’ nato 30 anni fa; ‘Cucina Moderna’, con un taglio utile e pratico, leader di mercato, in edicola da 20 anni; ‘Cucina no problem’, uscito 15 anni fa; il ricettario di uso quotidiano ‘Guida cucina’. Con l’acquisizione di Banzai Media nel 2016 si sono aggiunti i siti Cookaround e Giallo Zafferano, numero uno in Italia tra i siti di cucina, che ha ora dato vita al mensile su carta.

Il sistema comprende anche gli eventi e i corsi guidati da chef professionisti della Scuola di cucina di Sale&Pepe.