Trump minaccia di cancellare i ‘press briefing’ alla Casa Bianca: meglio risposte scritte per avere una maggiore accuratezza

Cominciati male durante la campagna elettorale, i rapporti tra i media e Donald Trump non sembrano essere proprio destinati a migliorare. Il presidente americano infatti ha minacciato via Twitter di cancellare le future conferenze stampa. A scatenarlo questa volta, contro quelli che ha definito ancora ‘fake media’, le polemiche contro il vice portavoce della Casa Bianca, Sarah Sanders Huckabee, accusata di aver fornito ricostruzioni non accurate del licenziamento di James Comey dall’Fbi.

“Da presidente molto attivo, con così tante cose che succedono”, ha cinguettato Trump, “non è possibile per i miei portavoce essere perfettamente accurati”, indicando quindi come possibile soluzione quella di mandare risposte scritte sostituendo proprio ‘press briefing’.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Facebook, nel 2017 raddoppiata la spesa per lobbying in Ue. Da 1,2 a 2,5 milioni di euro

Nbc entra nel consorzio OpenAp dove raggiunge Fox, Turner e Viacom

Formiche, Roberto Arditti nel Cda e direttore editoriale. Cresce l’ebitda di Base Per Altezza