16 maggio 2017 | 17:18

Il servizio pubblico deve imparare a declinare messaggi culturali dentro i nuovi mezzi di comunicazione. Così la presidente Rai, Monica Maggioni, inaugurando via Ettore Bernabei a Firenze

“Il ruolo del servizio pubblico deve essere quello di stare al centro della costruzione di un racconto di società e di luoghi condivisi, per capire il mondo in cui viviamo”. Lo ha detto la presidente della Rai, Monica Maggioni, a Firenze, per la cerimonia di intitolazione di una strada ad Ettore Bernabei, a fianco della sede Rai Toscana.

“Anche se oggi sono cambiati i mezzi, il discorso resta sempre valido”, ha sottolineato Maggioni. “Il servizio pubblico deve imparare a rideclinarsi dentro i nuovi mezzi di comunicazione”. “Credo – ha aggiunto – che la Rai debba mandare sempre più messaggi culturali, come faceva quella di Bernabei. Quello che ci ha insegnato l’atteggiamento di Bernabei verso il servizio pubblico è che essere servizio pubblico è uno sguardo sulle cose in sè, ed essere al centro di un costruire un sistema Paese, un sistema comunità, un luogo dove aggregarsi e dal quale partire e camminare insieme”.

“Ettore Bernabei è stato un punto di riferimento per tutte le generazioni, anche per il ruolo politico che ha avuto, pur non essendosi impegnato direttamente in ruoli di partito”, ha aggiunto il ministro dei Beni e delle Attività Culturali, Dario Franceschini. “E’ stato fra i più grandi protagonisti della storia italiana, dal dopoguerra ad oggi. – ha concluso Franceschini – Per quello che ha fatto, da presidente Rai, per la crescita della società italiana e per il ruolo che ha avuto nella costruzione del sistema pubblico televisivo”. “Consegnare il servizio pubblico solo al mercato sarebbe in contrasto con quanto è stato fatto”.