I colossi del web continuano a guadagnare enormi quantità di denaro con versamenti al minimo all’erario, dice Laura Boldrini. Per la web tax non c’è più tempo da perdere

“Al G7 di Bari i ministri delle Finanze finalmente hanno convenuto sulla necessità di arrivare a una web tax, una regolamentazione della tassazione per le multinazionali che operano in Rete. Mi auguro che questo avvenga in tempi rapidi perché attualmente l’assenza di una legislazione comune favorisce una concorrenza fiscale al ribasso persino tra i Paesi membri dell’Unione europea”. Lo scrive sul proprio profilo Facebook la presidente della Camera, Laura Boldrini.

 

“Nel frattempo i colossi del web continuano a guadagnare enormi quantità di denaro nel nostro Paese”, ha scritto ancora Boldrini, sottolineando come siano sempre limitati “al minimo i versamenti all’erario”.

“Se questi “giganti della rete” pagassero le imposte come fanno tutti i cittadini onesti l’Italia potrebbe avere a disposizione più risorse da investire in crescita e occupazione”. “Per questo”, ha concluso, “ritengo che non ci sia più tempo da perdere”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Morto il vignettista Vincino. Vauro lo saluta così

Tar del Lazio respinge ricorsi contro contributo di solidarietà. Inpgi: conferma che strada intrapresa è corretta

Con 800 milioni di internauti la Cina è la più grande comunità online. L’ecommerce 2018 vale già 600 miliardi