17 maggio 2017 | 16:58

Analisi ascolti tv 16 maggio: Maltese chiude senza il botto. Floris batte Berlinguer (in crollo sempriniano) ma perde con Mannoni. Night: Vespa stacca Porro. Access: Gruber ‘antirenzi’ dà 2 punti a Belpietro

Sfidava soprattutto se stesso ieri sera ‘Maltese – Il romanzo del Commissario’, prodotto giunto alla quarta ed ultima puntata con risultati notevoli, ma in parziale altalena. Il finale, nella sostanza molto catartico della miniserie, con il bravo commissario che rimane vivo, salva la fidanzata, vendica il migliore amico e riscatta la memoria del padre, non ha però oscurato le proposte delle altre reti.

Canale 5 ha fatto il suo dovere con ‘Il Segreto’ (stabile a 3,1 milioni con il 13,1%). E ha tenuto tutto sommato botta pure l’intrattenimento leggero (su Rai2 ‘Made in sud’ a 1,4 milioni e il 6,54% e su Italia 1 ‘Bring the noise’ a 1,256 milioni con il 5,76%), mentre è andato ancora meglio del solito Giovanni Floris su La7, che ha ancora un volta battuto per distacco Bianca Berlinguer su Rai3.

Se si confronta il periodo tra le 21.21 e le 24.02, quello cioè in cui ‘DiMartedì’ (1,1 milioni di spettatori ed il 5%) e ‘Cartabianca’ (crollato a 728mila e 3,2%, ai livelli classici di ‘Politics’ e di Gianluca Semprini) sono stati in onda contemporaneamente, appare nettissimo il vantaggio della trasmissione in onda su La7.

A proposito della prestazione della fiction di Rai1, va detto che indubbiamente la contro programmazione conta, e anche ieri è apparsa robusta, contemplando pure l’esordio su Sky di ‘1993’, firmato Wilder (a mezzo milione di spettatori complessivi). Ma forse non è una caso che ‘Maltese’ abbia fatto sempre bene al lunedì (7,4 milioni di spettatori ed il 30,26% alla prima puntata e 6,2 milioni di spettatori ed il 26,54% alla terza), nello slot cioè a cui, lo spettatore medio dell’ammiraglia pubblica, associa facilmente la terna di concetti ‘Montalbano’/impegno/Sicilia. Mentre non sono state altrettanto eccezionali le performance che la miniserie in quattro puntate della Palomar ha portato a casa il mercoledì (seconda puntata a 5,6 milioni con il 23,75% di share) e quindi, con l’ultima puntata di ieri, al martedì, a quota 5,764 milioni ed il 24,3%.

La media dei 4 episodi della storia supera comunque il 26% e questo basta a definirla un successo. Far morire il personaggio senza farlo combattere sul campo sarebbe quasi un sacrilegio. Almeno a giudicare dai numeri di Auditel, e a considerare i riscontri della critica e quelli dei social. La platea televisiva gradirebbe rivedere per una seconda stagione Kim Rossi Stuart (che invece dice di non essere convinto della cosa) nei panni di Dario Maltese in quel di Trapani a lottare contro la mafia ed i suoi fantasmi personali, affiancato da poliziotti fedeli ed una fidanzata del nord (Europa).

La presenza di ‘Maltese’ su Rai1 ha indubbiamente danneggiato Bianca Berlinguer, che ha dovuto cedere una fetta del suo già risicato pubblico al prodotto impegnato di Rai1. Ma indubbiamente ieri l’ex direttrice del Tg3 ci ha messo del proprio nel determinare l’insuccesso della trasmissione che cura. L’analisi dell’andamento delle curve di ascolti dice che è stato decisamente perdente per ‘Cartabianca’ la prima parte della gara con ‘DiMartedì’. E’ andata malissimo, cioè, la fase in cui la Berlinguer ha prima ospitato Sonia, vittima delle violenze del marito, quindi Laura Boldrini e, in coda alla presidentessa della Camera, Pierluigi Bersani. Dall’altra parte della barricata mediatica, Giovanni Floris ha proposto in sequenza Massimo Cacciari, la copertina di Luca e Paolo, Marco Travaglio e Matteo Salvini ed ha avuto nettamente la meglio. Berlinguer ha recuperato terreno nel finale, dopo la fine di ‘Maltese’, tornando ad intervistare Lino Guanciale. Dopo mezzanotte però, in una fase in cui Bruno Vespa (‘Porta a porta’ a 1,021 milioni di spettatori e 12,89% di share) ha nettamente staccato ‘Matrix’ e Nicola Porro (587mila e 7,16% di share), Maurizio Mannoni e ‘Linea Notte’ (432mila spettatori e 5,47% di share) hanno fatto meglio della coda della trasmissione su La7.

Argomenti chiave nei tg e nelle rubriche d’informazione? L’intercettazione della telefonata tra Matteo Renzi ed il padre Tiziano Renzi ha fatto bingo, monopolizzando quasi tutti gli spazi di approfondimento.

In access Lilli Gruber, concentrandosi – dopo quattro serate dedicate a Maria Elena Boschi – sul tema più caldo del momento con Beppe Severgnini, Antonio Padellaro e Gianrico Carofiglio ha battuto largamente Maurizio Belpietro, che invece non molla mai la presa dagli argomenti a lui più cari (immigrati, rom, sicurezza, armi, furbetti). ‘Otto e Mezzo’ è arrivato a ben 1,578 milioni di spettatori ed il 6,6% di share, mentre ‘Dalla vostra parte’ ha riscosso 1,084 milioni di spettatori ed il 4,6%.