Il presidente della giuria del Festival cinematografico di Cannes, Pedro Almodóvar, attacca Netflix: niente premi a film non destinati alle sale

Il Giornale – (…) Al primo giorno di Cannes il presidente della giuria Pedro Almodóvar concia per le feste Netflix, che ha due film in concorso: «Sarebbe un paradosso una Palma d’Oro a un film non destinato alla sala». Una semplice frase che dice bye bye alle possibilità di The Meyerowitz stories con Dustin Hoffman e Okja con Tilda Swinton. Entrambi firmati Netflix.

Entrambi non destinati alle sale. Di certo è un grosso guaio a Cannes, e chissà come l’hanno presa i vertici del Festival, come tutti impegnati a soppesare il cabotaggio del passato con l’arrembaggio del futuro. E manco è stata una frase dal Pedro sfuggita visto che ha rincarato così leggendo su di un foglio: «Credo fermamente che, almeno la prima volta che qualcuno vede un film, sia necessario che lo schermo non sia più piccolo della propria sedia». Quindi niente smartphone, niente tablet. Un attacco chiaro e comunque un po’ incomprensibile visto che il regista non ha certo scoperto ieri la presenza di questi due film che, legittimamente, erano stati ammessi alla corsa per la vittoria e, appena accomodati in riva al mare, a bruciapelo hanno scoperto di non avere speranze. (…)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Più contenuti ed eleganza italiana per Amica, che si rinnova ispirandosi allo “scroll dello smartphone”

Scuderia Ferrari Mission Winnow svela la monoposto 2019. Elkann: siamo una squadra che unisce il Paese

Salone del Libro: Aie entra nel Comitato di Indirizzo della manifestazione torinese