20 maggio 2017 | 18:02

Giacomo Moletto completa la squadra di Hearst Digital, la società con sede a Chiasso dedicata allo sviluppo del business digitale anche per l’Italia

Con la nomina di Luca Lanzoni, già responsabile di Elle.it, a digital fashion director, Giacomo Moletto ha completato il team di Hearst Digital, la società con sede in Svizzera, a Chiasso, dove l’amministratore delegato di Hearst Magazines Italia ha deciso di concentrare tutte le strutture che producono i contenuti digitali (editoriali, branded, social, pubblicitari) anche per l’Italia. Seguendo il modello già adottato da Hearst negli Stati Uniti, è una struttura interamente focalizzata sullo sviluppo del business digitale con l’obiettivo sia di aumentarne la velocità di evoluzione stando al passo con i cambiamenti di fruizione dei media, sia di rafforzare la capacità di attrarre e far crescere talenti nell’area del digital content.

Giacomo Moletto (foto Olycom)

Fondata nel 2014, con Moletto come amministratore delegato, è guidata da Simona Zanette con il ruolo di business unit digital director (vedi primaonline.it del 13 luglio 2015). Nata inizialmente per offrire produzioni digitali per i clienti partner, italiani e internazionali, e a supporto delle iniziative speciali in questo campo di Hearst Italia, è stata poi rafforzata con una struttura analytics, seo e content ignition e dall’inizio di quest’anno completata con l’integrazione della struttura editoriale: i content team digitali dedicati ai siti del gruppo.

A coordinare i content team digitali, uno per ciascun sito, è Francesco Magnocavallo (già fondatore e direttore editoriale di Blogo) come digital editorial director. Ogni content team è guidato da un digital content editor che lavora a contatto con il direttore di testata e in collaborazione con il digital brand advisor di riferimento; mentre è trasversale il ruolo di Luca Lanzoni che interagisce con tutti i siti del gruppo.

Sia Zanette sia Magnocavallo rispondono a Biagio Stasi, chief digital officer di Hearst Italia, che spiega: “L’aver concentrato in un’azienda indipendente tutte queste attività, in fortissima crescita, ci consente di aggiungere ulteriore attenzione e investimenti allo sviluppo del business. Oltre ad accrescere in modo sinergico le nostre competenze sulla realizzazione di contenuto multimediale, editoriale o pubblicitario che sia”.