22 maggio 2017 | 15:25

Al via la quinta edizione di Wired Next Fest, dedicata al tema dell’identità. Ventiquattro i partner per tre giorni di eventi sulla cultura dell’innovazione

di Matteo Rigamonti – Al via Wired Next Fest 2017 il 26 maggio a Milano presso i Giardini Indro Montanelli. A presentare la tre giorni della cultura dell’innovazione, quest’anno dedicata alla tematica dell’identità, c’erano: Federico Ferrazza, direttore di Wired Italia, Cristina Tajani e Filippo del Corno, rispettivamente assessore al lavoro e assessore alla cultura del Comune di Milano, Stefania Vismara, direttore divisione GQ, L’Uomo Vogue, Wired, AD, Condé Nast Traveller di Condé Nast Italia.

Da sinistra: Filippo del Corno, Cristina Tajani, Federico Ferrazza e Stefania Vismara

“Abbiamo scelto la tematica dell’identità per la sua attualità”, ha ersordito Ferrazza, “oggi che le identità sono molteplici e mutevoli, come dimostrano le aziende che ormai devono cambiare identità costantemente: identità digitale, analogica e non solo”. Mentre “le fake news”, ha aggiunto, “sono sempre esistite, non sono certo una novità”.

Ventiquattro i partner della quinta edizione di Wired Next Fest: da Audi a Bnl Gruppo Bnp Paribas, dal mobile partner Huawei a Enel e Fs Italiane, Sky Italia a Vodafone. Senza dimenticare la novità di Nasto Azzurro, Tag Heuer, Regione Lombardia e tutti gli altri partner, con Rds radio ufficiale dell’evento.

La sfida per Wired Next Fest, che pesa circa “un terzo del brand” in termini di raccolta, come ha spiegato Vismara, è “integrare i contenuti dei partner all’interno della proposta editoriale” di Wired e dell’evento.

Il Wired Next Fest “ha sempre condiviso i suoi contenuti con la città che lo ospita”, ha ricordato Tajani, fino al punto di “aiutarci nel policy making” per quanto riguarda “argomenti come le smart cities e il digital manifacturing”. E l’assessore al lavoro si è anche detto soddisfatto del “focus molto più politico” di quest’anno.

“Il contributo al dibattito pubblico di Wired Next Fest – ha sottolineato Del Corno – è assicurato dall’autorevolezza dei suoi testimoni nonché della sensibilità con la quale da sempre abita lo spazio pubblico”. Non è un caso, infatti, che l’anno scorso siano state 190 mila le presenze tra Milano e Firenze.

Tre le location di Wired Next Fest 2017 a Milano: un padiglione allestito per l’occasione all’interno dei Giardini, il Museo di storia naturale e il Planetario. La prima giornata sarà dedicata all’intelligenza artificiale.

Tanti gli ospiti del mondo della cultura e quelli più “pop”: ci saranno le Pussy Riot, Lodovica Comello che sfiderà Shazam, Gianluca di Marzio sul calciomercato; ma anche Antoine Bordes, ricercatore di Facebook sull’intelligenza artificiale, il ceo di Huawei, che interverrà sul 5g, e il giornalista Abdalaziz AlHamza su come combattere l’Isis. Fino al concerto di Max Gazzè. Qui il programma completo di Wired Next Fest 2017. Non mancheranno nemmeno le sale giochi arcade, escape room e simulatori di volo.

‘Confini’ il tema scelto, invece, per l’edizione fiorentina di Wired Next Fest i prossimi 30 settembre e 1 ottobre. Ecco la copertina del numero che uscirà il 26 maggio: