23 maggio 2017 | 14:57

Analisi ascolti tv 22 maggio: la Ventura vince ma non brilla, Rai1 fa beneficenza, Rai2 sperimenta e Report rimonta. De Gregorio bene con Napoli, Berlinguer male con Maroni. Gruber con Orlando batte Belpietro

Canale 5 batte Rai1, ma con entrambe le ammiraglie al di sotto delle proprie possibilità. Dopo il black out ed il ritardo nel rilascio dei numeri di sabato e domenica (causa problemi di connessione del provider), Auditel è tornata quasi alla normalità stamane, consegnando i dati riguardanti gli ascolti di lunedì con ‘solo’ mezzora di ritardo. Ha vinto la serata ‘Selfie’ (2,645 milioni di spettatori con il 15,14%), il reality buonista condotto da Simona Ventura che cerca di rimettere in sesto l’immagine, ma anche la figura e la salute delle persone che dicono di volere cambiare vita, ma nella maggior parte dei casi si accontentano di migliorare solo l’aspetto.

Sopra un passaggio di ‘Selfie’; sotto la trasmissione Rai ‘Un goal per l’Italia’

La Ventura, supportata da Belen Rodriguez e da un’assortita compagnia di tutor e giudici di marca defilippiana, pur senza fare sfracelli ha dominato sia in prima che in seconda serata ed ha battuto un evento di beneficenza da Norcia, ‘Un gol per l’Italia’, pieno di calciatori e sportivi e allietato da qualche cantante, che invece ha raccolto solo 2,088 milioni di spettatori ed il 10,08% su Rai1, mentre terzo in graduatoria è arrivato un film di Italia 1 all’ennesimo passaggio (‘Una notte da leoni’, a 1,9 milioni e 8,5%).

Ma la prestazione moscia dell’ammiraglia pubblica ha se non altro prodotto effetti collaterali positivi sui risultati di Rai3 e Rai2, che hanno accolto una parte del pubblico insoddisfatto dalla proposta della rete di Andrea Fabiano. ‘Report’, che da qualche settimana faceva fatica a superare 1,2 milioni di spettatori, è cresciuto fino a quota 1,774 milioni con il 7,47% di share pur non dispensando inchieste popolari. La redazione di Sigfrido Ranucci stavolta ha avuto come temi quello del proliferare di pericolosi virus informatici, affrontando anche il problema delle insidie che arrivano da pubblicità che ci tracciano e ci guardano nei nostri momenti di scelta e di consumo, chiudendo più classicamente con il Mose a Venezia. Dopo ‘Report’, inoltre, su Rai3 hanno fatto bene sia Concita De Gregorio (con la puntata di ‘Fuori Roma’ dedicata a Napoli a 897mila spettatori e il 7%) che Maurizio Mannoni (con ‘Linea Notte’ a 505mila e 7%), superati in nottata solo dalla trasmissione di Canale 5 e poi da Bruno Vespa (con Matteo Salvini e Alessandro Sallusti tra gli ospiti, ‘Porta a porta’ ha riscosso 773mila spettatori e 9,6% di share).

Nella foto, dall’alto: Porta a Porta, ‘Fuori Roma’, ‘Linea Notte’

Ma la novità più interessante della serata era il nuovo format di Rai2, ‘Meglio tardi che mai’, versione nazionale realizzata da Endemol Shine di ‘Better Late Then Never’, a sua volta versione Usa del sudcoreano ‘Grandpas Over Flowers’, altra chicca fatta per arricchire l’identità editoriale della rete guidata da Ilaria Dallatana. Ebbene, al primo dei due appuntamenti previsti, il programma ha conquistato 1,636 milioni di spettatori e il 7,03% che non è un grandissimo risultato se si confronta con quello di un altro format di viaggi (‘Pechino Express’) della rete, ma che invece è da considerarsi buono se si paragona al bilancio di un altro prodotto dello stesso taglio testato dalla Dallatana, ‘50 modi per far fuori papà’ (realizzato da Toro con Roby e Francesco Facchinetti protagonisti tra le nevi della Lapponia) che aveva raccolto 1,167 milioni e Il 4,76%. Le imprese di Lando Buzzanca, Claudio Lippi, Adriano Panatta ed Edoardo Vianello, provocati dal ‘solito idiota’ Fabrizio Biggio durante una visita al Giappone, hanno tenuto bene fino alle 22.30 circa, per poi calare nella parte bassa della forbice tra il 5% ed il 10% in cui la trasmissione ha ondeggiato nell’arco della durata.

‘Meglio tardi che mai’

In coda da registrare i trend diversi dei programmi di Rete4 (discendente) e La7 (ascendente). ‘Quinta Colonna’ schierando Mariastella Gelmini, Massimo Bergamin, Stefano Esposito, Mariano Rabino, Nicoletta Bettiol, Alessandro Cecchi Paone e Patrizia De Blanck tra gli ospiti è calato a 874mila spettatori con il 4,69%. ‘Atlantide’, invece, è risalito un po’ sopra il livello di pericolo, con un bilancio di 572mila spettatori e il 2,46% per i suoi documentari.

In access stavolta Lilli Gruber non ha battuto troppo largamente Maurizio Belpietro. ‘Otto e Mezzo’, con Andrea Orlando, Eugenio Albamonte e Antonio Padellaro ospiti di Lilli Gruber, ha riscosso 1,194 milioni di spettatori e il 5,1%, mentre ‘Dalla vostra parte’ ha ottenuto 1,065milioni di spettatori e il 4,59%.

Sopra gli ospiti di ‘Otto e mezzo’; sotto ‘Dalla vostra parte’

In preserale non è stato affatto soddisfacente il risultato di ‘#Cartabianca’, ieri calato a 397mila e 4,12% di share, con Roberto Maroni e Riccardo Barenghi ospiti di Bianca Berlinguer.

‘#Cartabianca’