31 maggio 2017 | 19:52

Emmanuel Macron alla consegna della Msc Meraviglia: rivedere l’accordo dello scorso aprile sull’acquisto di Stx France da parte di Fincantieri. Occorre garantire la sovranità della Francia

“Dinanzi a questa cattedrale sull’acqua devo ammettere di essere fiero per quello che avete fatto, per quello che mostrate al resto del mondo: la capacità industriale francese”. Lo ha detto il presidente francese, Emmanuel Macron, nella cerimonia di consegna di Msc Meraviglia, la “più grande nave da crociera mai realizzata in Europa”, nei cantieri di Saint-Nazaire (una nave lunga 315 metri, alta 64 e pesa 171.598 tonnellate).

 

Macron ha poi annunciato di voler “rivedere” gli “equilibri dell’azionariato” previsti nell’accordo dello scorso aprile per l’acquisizione di Stx France da parte di Fincantieri. “Ieri ne ho parlato col premier italiano, Paolo Gentiloni”, ha aggiunto. Nel corso del suo intervento a Saint-Nazaire, il presidente francese ha evocato “i timori” della direzione, dei lavoratori, dei rappresentanti regionali e anche dei clienti, rispetto al “futuro azionariato” di Stx France previsto nell’accordo sancito con la precedente amministrazione di Francois Hollande.

“Mi rallegro per questo avvicinamento tra Stx e Fincantieri che materializza la forza dell’Europa e l’eccellenza dei rapporti tra i nostri due Paesi”. E però, ha continuato Macron, “voglio dire che gli equilibri di principio trovati ad aprile vanno rivisti. Ieri ne ho parlato con il premier, Paolo Gentiloni”. Il leader francese ha quindi espresso l’auspicio di giungere a una “nuova struttura azionaria” che consenta di “consolidare” e “garantire” commesse industriali, posti di lavoro, ma anche l’indipendenza e la sovranità strategica della Francia. Oltre che “l’eccellenza del savoir-faire di Saint-Nazaire”, le cui “capacità e conoscenze vanno tutelate”.

Macron ha infine riferito di aver incaricato il suo ministro dell’Economia, Bruno Le Maire, di “negoziare nelle prossime settimane” questi nuovi “equilibri” anche al fine di “preservare tutto il senso di questo partenariato strategico tra Francia e Italia di cui mi rallegro”. Ma con ulteriori garanzie.

“Nessuna polemica, siamo certi che troveremo soluzioni comuni e condivise, sulla base dell’intesa raggiunta poche settimane fa con una grande operazione industriale europea”. Così il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda, interpellato dall’Ansa, a proposito delle dichiarazioni del presidente della Repubblica Francese Macron sull’accordo Fincantieri – STX Saint Nazare.

“Non commentiamo le parole del Presidente della Repubblica francese Emmanuel Macron”, ha dichiarato, attraverso un portavoce, Fincantieri in merito alla volontà espressa da Macron di rivedere l’accordo su Stx.