06 giugno 2017 | 15:25

Analisi ascolti tv 5 giugno: vincono i Wind Music Awards. Film: male Canale 5 con Pattinson, bene Rai2 con Gigi & Ross. Per Report picco all’8% con le acque minerali. Access: Gruber batte Belpietro. Night: Giammaria stacca Mannoni

Sciovinismo musicale, ovvio e naturale. Domenica sera il super concerto benefico da Manchester, carico di popstar internazionali, aveva ottenuto meno del 10% su Rai1. Ieri, appena 24 ore dopo, l’appuntamento con la prima serata dei ‘Wind Music Awards’, con Eros Ramazzotti, Francesco De Gregori, Fedez e J-Ax, Renato Zero e Gianni Morandi e tante altre star nazional popolari, ha invece fatto stravincere la serata tv all’ammiraglia pubblica: 5,333 milioni di spettatori e il 23,89% di share con la prima parte dello show (fino a 15 minuti prima di mezzanotte) e poi 2,974 milioni di spettatori e il 25% con la coda finale.

Nella foto, Vanessa Incontrada, Eros Ramazzotti e Carlo Conti

Alla conduzione Carlo Conti e Vanessa Incontrada, lo spettacolo brandizzato con successo dall’azienda delle tlc ha lasciato a grande distanza la concorrenza: Canale 5, che ha trasmesso un film con Robert Pattinson e Reese Witherspoon, ‘Come l’acqua per gli elefanti’, ha riscosso soltanto 1,9 milioni e il 9% di share. Non troppo staccato dal film del Biscione è arrivato il titolo di Rai2, ‘Troppo Napoletano’, con Gigi & Ross protagonisti (i comici di ‘Made in Sud’ e ‘Sbandati’, volti della rete diretta da Ilaria Dallatana) che ha conquistato 1,872 milioni ed il 7,33%. Se si guarda all’andamento delle curve degli ascolti, inoltre, emerge come la pellicola della seconda rete, in avvio molto distante da quella dell’ammiraglia di Cologno, l’abbia progressivamente rimontata e superata. Anche in questo caso ad un prodotto globale, i target hanno preferito la denominazione geografica tipica.

Nella foto, dall’alto il film ‘Come l’acqua per gli elefanti’, sotto ‘Troppo napoletano’ e ‘Report’

Giù dal podio è arrivato ‘Report’, in leggero calo a 1,571 milioni di spettatori e il 6,5%. La trasmissione condotta da Sigfrido Ranucci aveva in scaletta servizi su acque minerali, nuovi pericoli atomici, collegamenti tra Europa e Cina, Cnr, i diritti degli studenti disabili. Ebbene l’inchiesta d’apertura, ‘Chiare, fresche dolci acque’, è stata quella più apprezzata dal pubblico, arrivando a superare i 2 milioni e l’8% di share. La percentuale di platea della terza rete è calata al momento dell’inchiesta sul nucleare, è risalita di nuovo all’8% con quella sulla ‘Nuova via della seta’.

Affiancati in coda, invece, al terzultimo e penultimo posto tra le sette reti principali, appena sopra quota un milione, sono arrivati il telefilm di Italia 1 in prima tv, ‘Lethal Weapon’ (a 1,050 milioni e 4,7%), e il programma di infotainment di Rete 4, ‘Quinta Colonna’ (1,006 milioni e 5,3% con Matteo Salvini ospite e terrorismo e immigrazione tra i temi chiave). L’ultimo arrivato, ‘Atlantide’, conquistando 603mila spettatori ed il 2,5% di share con il documentario ‘Sacrifice D-Day’, è ritornato comunque in assetto di galleggiamento su La7.

‘Quinta colonna’

A proposito di ‘Quinta Colonna’, invece, c’è da registrare come dopo le 24.00 la trasmissione condotta da Paolo Del Debbio abbia avuto una sorta di exploit, risalendo fino al 10% di share, ospitando molto del pubblico in fase di zapping dopo la fine del film di Canale 5. In seconda serata però a vincere è stata Rai1: trainato dal concerto di Verona, Duilio Giammaria (terrorismo, Torino, Inghilterra i temi) ha portato ‘Petrolio’ al 14,4%, in chiaro vantaggio su Maurizio Mannoni e Rai3 (‘Linea Notte’ al 6,63%).

In access anche stavolta Lilli Gruber ha battuto facilmente Maurizio Belpietro e lo spin off di ‘Report’ sulla salute in tavola e la sostenibilità. Sulla terza rete ‘Indovina chi viene a cena’ si è fermato a 1,178 milioni e 4,6%; su La7 ‘Otto e mezzo’ (ospiti Marco Damilano, Alessandro Sallusti e Paolo Mieli) ha conquistato 1,375 milioni di spettatori e il 5,61%; su Rete 4 ‘Dalla vostra parte’ ha totalizzato 1,003 milioni di spettatori e il 4,18%.

Nella foto, sopra un passaggio di ‘Otto e mezzo’; sotto, ‘Dalla vostra parte’