Google Arts & Culture si apre alla moda lancia il progetto ‘We wear culture’. 3000 anni di stili e capi cult raccontati con video, foto e visite a musei (VIDEO)

Tremila anni di storia della moda e del costume riuniti a portata di click.  Debutta oggi online ‘We wear culture’, nuovo progetto di Big G disponibile sulla piattaforma Google Arts & Culture. L’iniziativa è frutto di una collaborazione con oltre 180 istituzioni culturali e di moda provenienti da 42 paesi, tra i quali figurano come partner italiani anche il Museo Salvatore Ferragamo, la Fondazione Micol Fontana, Palazzo Fortuny, Palazzo Mocenigo, Palazzo Madama, il Museo MAXXI o la Fondazione Gianfranco Ferrè.

Tra icone, movimenti e trendsetter, utilizzando tecnologie all’avanguardia, il progetto – spiega la stessa Google in un post – consente di passare in rassegna più di 400 mostre digitali e storie online, esplorando stili e look di epoche diverse, dall’antica Via della seta, fino al punk britannico, per un totale di 30.000 foto, video e altri documenti.

Pezzi iconici che hanno cambiato il modo di vestire di intere generazioni – come i tacchi alti di Marilyn Monroe o l’abito nero di Chanel – vengono poi riportati in vita attraverso video in realtà virtuale Tra le possibilità infine, anche quella di esplorare il dietro le quinte di 40 sedi museali attraverso Google Street View.

L’esposizone We wear Culture è disponibile online su g.co/wewearculture e attraverso l’app Google Arts & Culture su iOS e Android.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Casalino minaccia epurazioni in messaggio audio ai giornalisti (che lo pubblicano). Fico: assurdo svelare le fonti

È la stampa bellezza! Un un gruppo di ex giornalisti del Messaggero critici con Caltagirone raccontano il ‘loro’ quotidiano

Rai, ok del Cda a Foa presidente. La nomina ora passa dalla Vigilanza