L’azienda non risponde alle proposte della Fnsi, scrive il Cdr dell’Unità. Pronti a valutare nuove iniziative, mentre prosegue sciopero a oltranza

Incontro ieri, 8 giugno, presso la sede della Federazione Nazionale della Stampa Italiana fra la Fnsi, l’Associazione Stampa Romana, il comitato di redazione de l’Unità e i rappresentanti della società editrice del quotidiano. Ad annunciarlo in una nota il cdr della testata. “A fronte di una proposta di buonsenso avanzata al tavolo dalla Fnsi, volta a tutelare i diritti dei lavoratori, garantire il futuro dell’azienda e chiudere in maniera condivisa una trattativa difficile e complessa”, scrive il Cdr, “i rappresentanti di Unità Srl non hanno al momento dato risposta”.

“Se questo atteggiamento persisterà anche nelle prossime ore, il Cdr assieme alla Fnsi e a Stampa Romana decideranno quali altre iniziative intraprendere. Nel frattempo l’assemblea di redazione de l’Unità ha deciso di proseguire lo sciopero ad oltranza”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Fnsi e Usigrai su Foa bis: ci avevano promesso Rai libera da partiti, non è stato così

Fico: finanziamenti all’editoria dati in parte senza merito; bene il progetto di Crimi

Tim, Vivendi conferma fiducia a Genish: su di lui solo stupidi rumor