09 giugno 2017 | 12:00

In calo i ricavi del ‘Sole 24 Ore’ ma migliora la redditività, dice l’ad Franco Moscetti. Definiti i tempi per l’aumento di capitale, dobbiamo rispettare le scadenze

“A fronte di ricavi inferiori stiamo migliorando la redditività perché siamo molto impegnati in un progetto di riduzione dei costi”. Lo ha affermato Franco Moscetti, amministratore delegato del Sole 24 Ore, a margine della convention di Cassa Forense. “C’è un consorzio di garanzia coordinato da Banca Imi”, ha precisato, ma l’aumento di capitale è aperto a “chiunque voglia aderire” nel caso in cui “ci sarà dell’inoptato”.

Franco Moscetti (foto Olycom)

Sui tempi l’amministratore delegato ha sottolineato che il “time table è definito” e “non c’è possibilità cambiarlo” in quanto “ormai è scolpito nella pietra. Ci sono dei tempi tecnici che dobbiamo rispettare, determinati dal codice civile”.

Parlando delle ragioni che lo hanno portato a diventare amministratore delegato del gruppo, “non ho accettato l’incarico nè per soldi, nè per ambizione, né per qualsiasi altra cosa. Da ragazzo mi appassionavo alle storie dei capitani di impresa, mangiavo pane e Sole 24 Ore. Quando mi hanno chiamato al Sole che è un pezzo di storia del nostro Paese, ho accettato con grande volontà e forza”, ha spiegato Moscetti.

Sollecitato poi ad esprimere un parere sull’attuale direttore del quotidiano, Guido Gentili, il manager ha detto: “Per quanto mi riguarda, lunga vita a Gentili. È un bravissimo direttore”. “Oggi quelli che urlano sono considerati bravi. Io credo che anche quelli che si alzano la mattina e in silenzio lavorano bene sono da considerare bravi. Gentili è uno di quelli”, ha concluso.