12 giugno 2017 | 11:49

All’asta per i diritti tv della Serie A debutta in Italia – con un’offerta per le partite sul web – l’inglese Perform con Dazn, piattaforma per lo sport in streaming, in stile Netflix

All’asta per i diritti della Serie A per il triennio 2018/2021 – conclusa con un esito non soddisfacente per i club e Infront – si è registrato il debutto sul mercato italiano di Perform, sports media company globale che ha presentato offerte per i pacchetti C1 e C2, manifestando il suo interesse per la trasmissione delle partite sul web. Con sede nel Regno Unito, Perform – come spiegava il ‘Sole 24 Ore’ domenica 11 giugno – è proprietaria tra i vari asset, del network di siti Goal, di Runningball e di OptaSports, e nel 2015 ha fondato Dazn (da pronunciare ‘The Zone’), una piattaforma di live sports streaming attualmente presente in Giappone e nel mercato cosiddetto Dach, che comprende Germania, Austria e Svizzera tedesca. Per il mercato tedesco il pacchetto prevede gli highlights della Bundesliga e la trasmissione delle partite di Serie A, Premier League, Liga, Ligue 1, J­League, Nba, Nfl, Nhl, il tennis dei circuiti Wta, Atp 250, Coppa Davis, Fed Cup e Sei Nazioni di Rugby. Per il Giappone, invece il pacchetto non prevede Premier League e Sei Nazioni ma offre la visione di tutte le partite della locale J­League.

Dazn vuole essere “un sistema di streaming, con un’offerta di eventi sportivi live che non teme paragoni”, ha spiegato il ceo del gruppo, Simon Denyer. L’offerta al momento propone circa 8mila eventi l’anno, con pacchetti ad hoc per i due mercati, e prevede sia la visione in diretta, sia in differita o con la possibilità di fermare la trasmissione in diretta per poterla proseguire successivamente.

La fruizione avviene con una app disponibile per una grande varietà di device come smartphone e tablet Android, iPhone, iPod Touche iPad, smart Tv come Android Tv, Amazon Fire Tv, Fire Tv Stick, Apple Tv e consolle come Sony Playstation 3 e 4 e Xbox One, e sui browser Chrome, Firefox, Safari, Internet Explorer e Opera. È possibile guardare un massimo di due eventi diversi in contemporanea con lo stesso account. Dopo il primo mese di prova, si passa a un canone mensile fisso, con un costo variabile dai 9,99 euro in Germania e Austria, ai 12,9 franchi in Svizzera a 1750 Yen in Giappone.