Comunicazione

12 giugno 2017 | 14:46

Tra nord e sud differenze quasi di 8.000 euro l’anno per chi lavora nel mondo della comunicazione. I dati Spring: edilizia e aziende farmaceutiche i settori in cui quadri e impiegati guadagnano di più

Quanto guadagnano i professionisti della comunicazione? Dove lavorano e con quali mansioni quelli con lo stipendio più alto? Quanto incidono esperienza ed età? Sono queste alcune delle domande alle quali ha cercato di dare una la società di consulenza Spring, nell’indagine dedicata ai protagonisti del mondo del marketing e della comunicazione realizzata in collaborazione con Job Pricing, analizzando 300mila casi in Italia.

Stando ai dati, i quadri della famiglia professionale Marketing e Comunicazione guadagnano 620 euro l’anno in più rispetto alla media nazionale, raggiungendo una RAL (Retribuzione Annua Lorda) di 54.420 euro. Si tratta cioè della quarta famiglia professionale più pagata tra le 9 analizzate (IT e Web, Amministrazione finanza e controllo, Legale e Compliance, Produzione e qualità, Marketing e comunicazione, Risorse Umane e Organizzazione, Acquisti e Logistica, Vendite e Customer care).

Il comparto ha visto, infatti, aumentare i compensi dei quadri del 1,6% rispetto al 2015 (media + 1,1%) e calare invece quello degli impiegati dello 0,4% (media +0,9%). In media, la parte variabile pesa sullo stipendio per il 10,7 per i quadri (media 11,1%) e 7,9% per gli impiegati (media 7,8%)

A livello regionale, i quadri che operano in Emilia Romagna percepiscono la RAL più alta (56.820 euro l’anno) mentre in Sicilia la più bassa (49.113 euro l’anno), con una differenza di circa 8000 euro l’anno. Tra gli impiegati invece sono i Lombardi a ricevere lo stipendio più alto (31.800 euro l’anno) e molisani quello più basso (26.452 euro l’anno, 5300 euro in meno dei colleghi del nord).


L’esperienza e l’età pesano maggiormente sugli stipendi degli impiegati. Un impiegato con più di 5 anni di esperienza arriva a percepire il 16,6% in più rispetto a un collega con meno di 2 anni (4,3% se si tratta di quadri), mentre un ultra sessantacinquenne arriva a percepire il 46,2% in più in busta paga rispetto a un collega tra i 25 e i 34 anni (17,7% se si tratta di quadri). Anche se si analizza la grandezza delle aziende lo stipendio degli impiegati è quello che varia più significativamente (+ 34,1% rispetto al +13% se si tratta di quadri: un impiegato in una micro impresa guadagna 26 mila euro, oltre 35 se lavora in una grande struttura)

Per i quadri del marketing e della comunicazione è il settore edilizio ad offrire i comensi più alti (59.451 euro l’anno (con una parte variabile intorno al 10%), mentre gli impiegati vengono pagati meglio in aziende farmaceutiche (35.953 euro l’anno con una parte variabile intorno all’8%). Tra i ruoli meglio pagati, senza dubbio il Responsabile Trade Marketing che nella fascia alta arriva a percepire oltre 68 mila euro lordi l’anno con una percentuale di parte variabile più alta (13,9%), mentre è il responsabile Web Social Media Marketing che nella fascia bassa percepisce meno (44.400 euro l’anno con una quota variabile del 11,8%9). Tra gli impiegati è il Brand Manager a guadagnare di più in fascia alta (44.900 euro l’anno), mentre è la funzione specialista marketing operativo a superare di poco i 27.000 euro l’anno.