L’Unità in una situazione difficile, complicata dalla condotta incomprensibile della società, dice il tesoriere del Pd, Bonifazi. Il partito non è proprietario del giornale, ma cercheremo di aiutarlo

È proprio così, ‘l’Unità’ è di un privato che la detiene con una schiacciante maggioranza, pari all’80% del capitale sociale, contando peraltro nella totale rappresentanza nel CdA. Ciò significa che tutte le scelte operative spettano alla proprietà, che non è il Partito Democratico”. Lo afferma Francesco Bonifazi, tesoriere del Partito democratico. “Ciò detto, è da più di un anno che chiediamo in tutte le sedi, formali e non, di porre in essere tutti gli atti necessari per cercare di salvare il giornale”.

Francesco Bonifazi, tesoriere del Pd (foto Olycom)

“Purtroppo questo non è bastato e oggi ci troviamo in questa difficilissima situazione. Situazione, peraltro, complicata dalla davvero incomprensibile condotta tenuta dalla società in sede di trattativa con la Fnsi. La Federazione Nazionale, infatti”, spiega ancora Bonifazi, “si era resa disponibile a siglare un accordo che, perlomeno, avrebbe consentito alla redazione di accedere agli ammortizzatori sociali; ma la società ha inspiegabilmente abbandonato la trattativa”.

“Il Pd non è né il proprietario né il soggetto che gestisce ‘l’Unità’, ciò detto cercherà di aiutare il più possibile a uscire da questa situazione”, ha concluso.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Rai: Laganà, Usigrai, Fnsi e Odg preoccupati per le parole di Di Maio: a rischio posti di lavoro; volontà di colpire il pluralismo

Open presenta la squadra di redattori: fotoreporter, videomaker, esperti di contenuti verticali e di esteri

Rai, arriva l’infornata di vice direttori dei tg. Presentati anche i piani editoriali