20 giugno 2017 | 9:52

Francesco Starace nominato presidente dell’Unione del settore elettrico europeo Eurelectric

Francesco Starace, a.d. e d.g. di Enel è stato nominato presidente dell’Unione del settore elettrico europeo Eurelectric, con un mandato di due anni. L’elezione, da parte del Consiglio di amministrazione, ha avuto luogo durante l’assemblea annuale dell’associazione a Estoril, in Portogallo.

“Il settore elettrico sta attraversando una trasformazione senza precedenti, sotto l’impulso dell’innovazione tecnologica, del decentramento e della spinte verso un’economia più verde”, ha commentato Starace, in una nota diffusa il 19 giugno. “In qualità di presidente di Eurelectric, farò in modo di impegnare tutti i principali stakeholder del settore a fare dell’industria dell’elettricità il principale motore delle politiche energetiche europee, per rispondere alle grandi sfide della transizione energetica”.

Tre le priorità sulle quali si concentrerà il nuovo presidente nel suo mandato: cambiare mentalità, integrando la sostenibilità nei processi decisionali dell’industria, rendendo il settore elettrico più agile e proattivo, e impegnando tutti i principali stakeholder interessati dalla transizione energetica; orientamento al futuro, accelerando l’elettrificazione e creando nuovi modelli di business intersettoriali; trasformare il presente, completando l’integrazione delle energie rinnovabili e sviluppando soluzioni sostenibili e inclusive per gli impianti carbon-intensive in attività.

Francesco Starace (foto Olycom)

Eurelectric rappresenta gli interessi comuni del settore elettrico a livello paneuropeo, con l’obiettivo di contribuire al suo sviluppo e competitività, assicurando una rappresentanza effettiva a livello istituzionale e promuovendo un mix energetico a basse emissioni di CO2, come fattore di sviluppo della società europea. L’associazione riunisce 3.500 aziende in tutta Europa, con un fatturato complessivo di 200 miliardi di euro, e si occupa di tutti i principali temi di interesse per il settore: dalla generazione, ai mercati, fino alle reti di distribuzione, ai clienti e alle questioni ambientali e di sostenibilità.