03 luglio 2017 | 11:24

Share del 36% per ‘La notte di Vasco’, la trasmissione di Rai1 dedicata al concerto di Modena. Il dg Orfeo: risultato che testimonia l’impegno del servizio pubblico nel racconto di eventi come questo

“Grazie Vasco e grazie alla Rai, a tutti quelli che hanno lavorato affinché l’indimenticabile concerto di ieri al Modena Park potesse raggiungere ed emozionare anche i milioni di italiani rimasti a casa”. Così il direttore generale Rai Mario Orfeo ha commentato i risultati ’La notte di Vasco’ la trasmissione andata in onda su Rai1 dedicata al cantante, con collegamenti dal concerto live in corso a Modena, seguito da più di 5,6 milioni di spettatori, con una share del 36,14%.

Il dg Rai ha parlato di un “concerto che per merito delle telecamere di Rai1, della testimonianza di Paolo Bonolis e degli amici e colleghi musicisti intervenuti nella lunga diretta, ha unito nel segno di Vasco Rossi intere generazioni e conquistato vaste fasce di pubblico”. “Non si può che essere soddisfatti per un risultato che testimonia l’impegno del servizio pubblico anche nel racconto di eventi come questo”, ha concluso.

Un momento della trasmissione

Stando ai dati Rai, il picco di ascolto è stato registrato alle 21.37 con oltre 6,7 milioni durante la canzone ‘Una splendida giornata’, mentre la share ha sfiorato il 50% (48,5%) con l’esecuzione di ‘Albachiara’ in chiusura dell’evento. Andrea Fabiano, direttore di Rai1 ha definito il concerto “una grande festa del rock che non poteva mancare su Rai1, la rete dei grandi eventi, della grande musica”.

Sui social la diretta è stata accompagnata anche da critiche per l’assenza della trasmissione integrale delle canzoni, che però sarebbe stata impossibile perché l’organizzazione aveva ceduto i diritti della diretta completa solo ad alcune sale cinematografiche, come precisato successivamente all’AdnKronos da Gianmarco Mazzi, responsabile per Rai1 del programma: “Il progetto editoriale in TV si è basato su 28 dei 38 brani eseguiti  a Modena Park dall’artista, tutti i più importanti, per i quali gli  organizzatori dell’evento hanno concesso i diritti di trasmissione  televisiva, avendo riservato alla proiezione nei cinema la versione  integrale del concerto”, ha sottolinea Mazzi.