La nuova convenzione stato-Rai prevede un meccanismo di contabilità separata tra proventi del canone e pubblicità. Giacomelli: ruolo più incisivo per l’Agcom

“Nella nuova convenzione stato-Rai è previsto un meccanismo molto rafforzato in tema di contabilità separata” tra proventi del canone e della pubblicità “che indica anche un ruolo più incisivo dell’Agcom”. Lo ha detto il sottosegretario alle Comunicazioni, Antonello Giacomelli, a margine della relazione annuale dell’Autorità interpellato sulla necessità espressa dalla stessa Agcom di rendere trasparente il valore (pubblico) economico e qualitativo delle linee editoriali.

Antonello Giacomelli (foto Olycom)

Antonello Giacomelli (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Fico: cambiare la legge sulla Rai e abolire la Vigilanza. M5s nei talk senza contraddittorio? Direttori liberi di decidere

Radiotv locali, Bitonci, sottosegretario all’economia: Dl Dignità per salvare 5mila posti di lavoro

Cda Rai: dipendenti oggi al voto per scegliere il quinto consigliere. Spoglio dalle 20,58 in streaming