Editoria, New media

14 luglio 2017 | 16:32

Classifica e trend dei portali di news più seguiti a maggio per audience complessiva e organica (TABELLA)

Claudio Cazzola – Anche in maggio la Repubblica, il Corriere della Sera e TgCom24 conquistano le prime tre posizioni della classifica dell’informazione online, stilata da Prima sulla base dei dati di Audiweb Database. La Gazzetta dello Sport fa un balzo in avanti del 32% rispetto ad aprile e sale in quarta posizione, superando il Messaggero, che perde invece qualche punto rispetto al mese precedente, malgrado il forte apporto di traffico dei siti terzi con cui il quotidiano di Caltagirone Editore ha stretto accordi commerciali (le TAL, Traffic Assigment Letters, rappresentano il 62% della sua audience complessiva).

Donna Moderna si conferma al sesto posto, aumentando la propria audience complessiva del 70% rispetto al maggio 2016, grazie allo spostamento di contenuti da PianetaDonna, il portale femminile acquisto nel giugno dello scorso da Mondadori assieme agli altri siti di Banzai Media; e quest’ultimo infatti perde il 65% del proprio traffico, scendendo alla 17esima posizione dalla sesta che occupava un anno fa.

Settimo è Citynews, il gruppo editoriale fondato da Luca Lani e Fernando Diana a cui fanno capo 42 giornali locali online e la testata nazionale Today.it, che sorpassa LaStampa.it, ottava, in lieve calo rispetto ad aprile. Perde qualche punto percentuale anche Tiscali, che scende alla nona posizione, mentre l’Ansa recupera la decima posizione scavalcando il sito sportivo TuttoMercatoWeb.com.

Nella tabella abbiamo evidenziato, oltre al confronto con il maggio 2016, anche il confronto con l’aprile 2017. Quest’ultimo è particolarmente significativo e ci consente di introdurre qualche elemento in più per la corretta comprensione dei dati. Mentre rispetto a un anno fa quasi la metà dei siti vedono calare la propria audience, rispetto al mese precedente quasi tutti registrano una crescita notevole. Come si spiega questa inversione di tendenza? La ragione principale è legata al calendario: quest’anno la Pasqua è caduta in aprile e nel corso del mese ci sono stati anche due lunghi ponti, dal 22 al 25 e dall’anniversario della Liberazione al 1° maggio. Nel 2016 invece Pasqua è caduta in marzo e in aprile non c’è stato alcun ponte.

Come si sa, i siti di informazione sono molto frequentati sul posto di lavoro, dal pc dell’ufficio, e molto meno durante le ferie. Di qui il crollo del traffico registrato da questi siti in aprile e il forte recupero di maggio. In vacanza si usa molto più il cellulare del pc, e così in maggio, quando tutti sono tornati al lavoro, il traffico da pc è aumentato sensibilmente rispetto ad aprile, in controtendenza rispetto al trend generale che vede lo smartphone soppiantare sempre più il computer fisso.

Come mostra la tabella, in maggio molti quotidiani hanno incrementato notevolmente il loro traffico online rispetto al mese precedente: Libero è cresciuto del 59%, Il Mattino del 58%, il Giornale e Leggo del 35%. Alcuni quotidiani locali hanno registrato crescite ancora maggiori: +64% il Corriere Adriatico, +130% La Nuova Sardegna. Aumenti consistenti anche per i giornali online: +29% l’HuffPost, +25% Blogo.it, +16% Fanpage, +13% IlPost. Notevole anche l’exploit dei siti sportivi, grazie anche al traino della Champions League, che l’anno scorso era concentrata in aprile.

Rispetto a un anno fa, come dicevamo, i risultati sono molto meno positivi: solo 32 siti su 60 hanno un segno più davanti al numero degli utenti unici complessivi. Come abbiamo spiegato più volte, ciò dipende anche dal fatto che la rilevazione di Audiweb non considera il traffico dei contenuti editoriali proveniente dalle app mobile di terze parti. Ad esempio se un utente mobile accede alla propria bacheca sull’app di Facebook e clicca sul post di un amico che ha condiviso la news di un giornale, la presenza dell’utente sulla pagina di questa notizia non viene attribuita all’editore, ma all’app di Facebook, che continua a tener dentro l’utente anche quando legge l’articolo.

Secondo la survey di maggio sui contenuti editoriali fruiti all’interno dell’app mobile di Facebook, diffusa il 6 luglio scorso da Audiweb, Fanpage è sempre il primo sito d’informazione sul social network, con 7,2 milioni di utenti unici ‘in-app’, seguito da Repubblica con 6,4 milioni; il terzo posto lo conquista il Messaggero che passa da 2,7 milioni a 3,7 milioni (+40%); l’Huffington Post è quarto con 3,6 milioni; seguono Il Fatto Quotidiano 3,51 milioni, il Corriere della Sera 3 milioni, i quotidiani locali del Gruppo Espresso 2,8 milioni, LaStampa.it 2,6 milioni. Dati questi che non si possono sommare con quelli di Audiweb Database, in quanto la metodologia di rilevazione è totalmente differente.