19 luglio 2017 | 10:44

Discovery Communications in trattativa con Scripps Networks Interactive per una fusione. Secondo il Wall Street Journal nascerebbe un colosso da 24 miliardi di dollari

Discovery Communications sarebbe in trattativa con Scripps Networks Interactive per una fusione, dopo un primo tentativo andato a vuoto nel 2014. I termini del deal, segnala il Wall Street Journal, non sono stati resi noti, così come al momento non risultano commenti da parte delle due compagnie. Il valore di mercato di Discovery è di 15 miliardi di dollari, mentre quello di Scripps di 8,8 miliardi. Ambedue le compagnie sono specializzate in programmi documentaristici via cavo: Discovery è proprietaria di Discovery Channel, Animal Planet e Tlc, mentre a Scripps – su cui segnala Reuters sarebbe interessata anche Viacom – ha messo gli fanno capo Hgtv, Cooking Channel e Food Network.

Nella foto, sopra David Zaslav, presidente e ceo di Discovery Communications; sotto Kenneth W. Lowe, ceo di Scripps Network

Discovery ha impostato una strategia di espansione all’estero aggressiva, con i ricavi internazionali che ora rappresentano il 46% del totale. Investimenti come l’acquisizione di Eurosport nel 2015 e quella dei diritti per le Olimpiadi e il calcio, uniti alla fluttuazione valutaria, hanno però pesato sui risultati finanziari.

Per quanto riguarda la struttura del capitale delle due compagnie, John Malone ha in mano il 28,2% di Discovery, mentre l’azionariato di Scripps è molto frammentato. Un merger tra le due compagnie – che nel 2016 hanno riportato ricavi rispettivamente Discovery per 6,5 miliardi e Scripps per 3,4 miliardi (+12,7%) – sarebbe il più grande nel settore dei media da quando AT&T ha offerto 85,4 miliardi per l’acquisizione di Time Warner lo scorso ottobre.