21 luglio 2017 | 11:15

Ricavi da servizi in crescita del 3,2% nel primo trimestre per Vodafone Italia. In aumento dell’11,7% i clienti di banda larga fissa

Vodafone Italia chiude il trimestre al 30 giugno 2017 con ricavi e clienti in banda larga, mobile e fissa, in crescita. Lo riporta una nota della società che segnala come i ricavi da servizi hanno raggiunto 1.319 milioni di euro (+3,2% rispetto all’anno precedente), in crescita per il sesto trimestre consecutivo (Q1: +1,2%, Q2: +2,2%, Q3: +3,0%, Q4: +2,8%), grazie in particolare ad un incremento dell’ARPU mobile e fisso, e ad un’accelerazione nella crescita del segmento fisso.

La crescita dei ricavi da servizi mobili (+0,9%) a 1.079 milioni di euro, è sostenuta dai risultati positivi nel segmento prepagato, sia consumer che enterprise, dall’aumento del consumo di dati mobili (+46%), e dal numero di clienti 4G che raggiungono quota 9,7 milioni (+2,9 milioni rispetto all’anno precedente). I ricavi da servizi di rete fissa sono pari a 240 milioni di euro (+14,4%). Continua la crescita dei clienti di banda larga fissa (+11,7%), che si attestano a quota 2,3 milioni.

Aldo Bisio, ad di Vodafone Italia (Foto Olycom)

La rete mobile 4G di Vodafone ha raggiunto il 97,4% della popolazione in oltre 7.000 comuni. Nel trimestre Vodafone ha lanciato la rete mobile 4.5G fino a 800 Megabit al secondo nelle città di Firenze, Palermo, Milano e Verona, cui seguiranno Genova, Bologna, Torino, Roma e Napoli. I servizi in fibra sono disponibili in oltre 1.000 città italiane, di cui 11 coperte dalla fibra fino a 1 Gigabit al secondo attraverso la partnership con Open Fiber.

Per quanto riguarda invece in generale i conti del gruppo, Vodafone chiude il primo trimestre con ricavi a 11,5 miliardi di euro, di cui ricavi da servizi per 10,3 miliardi, “in calo del 3,3% includendo un impatto negativo di 4,2 punti percentuali dal deconsolidamento di Vodafone Netherlands e del 2,6% dai movimenti nei cambi di valuta”. I ricavi da servizi che sono in calo del 4,6% su base organica crescono del 2,2% (1,5% nel quarto trimestre). “Questi risultati ci danno la sicurezza di confermare la nostra previsione per l’anno” commenta in una nota il ceo del gruppo Vittorio Colao.

(*) I tassi di crescita sono organici e rappresentano la performance comparabile anno su anno.