21 luglio 2017 | 11:44

Approvati dal Cda Rai i piani di produzione per i palinsesti autunnali. Il dg Orfeo: per il programma di Fazio costo complessivo da 14 milioni di euro, con un risparmio di 8 milioni rispetto alla passata stagione

Il Cda Rai, nella riunione del 20 luglio, ha approvato i Piani di produzione e trasmissione per i palinsesti autunnali 2017 che vanno da settembre al 31 dicembre, con il solo voto contrario del consigliere Carlo Freccero che aveva già espresso il suo parere negativo sui palinsesti. Stando a quanto riportato dall’agenzia Ansa, il dg Rai Mario Orfeo avrebbe fornito ai consiglieri anche alcuni dettagli sui costi per la realizzazione della trasmissione di Fabio Fazio. Il costo delle 32 puntate di prime time del programma su Rai1 non potrà superare i 450 mila euro, con costo complessivo di oltre 14 milioni di euro e un risparmio per l’azienda rispetto alla passata stagione di 8,1 milioni di euro.

Il dg Orfeo durante la presentazione dei palinsesti per l’autunno 2017 a Milano

Il contratto con il conduttore ha durata quadriennale per 2,8 milioni l’anno e va perfezionato entro il 30 luglio. Il contratto per la produzione (250mila euro più iva per le prime serate e 83 mila euro più iva per le seconde serate) ha durata annuale e va perfezionato entro il 20 settembre. Il costo per la licenza del format per la prima stagione è di circa 600 mila euro. In caso di grave disallineamento in negativo dei conti Rai è prevista la possibilità di recesso.

Via libera anche al contratto con la Lux Vide per 26 episodi da 50 minuti (accorpabili in 13 da 100) di Don Matteo per l’inverno 2018 al costo di circa 16 milioni.

Il consiglio ha inoltre preso atto di un’informativa sui lavori per l’adeguamento dei centri di produzione di Roma (compreso Saxa Rubra), Milano, Napoli e Torino. Nel corso della seduta è stata inoltre illustrata la relazione semestrale dell’Internal Auditing.

Il cda tornerà a riunirsi il 27 luglio.