Mostrare playlist curate ad hoc a chi cerca contenuti terroristici. Si chiama ‘Redirect Method’ la nuova mossa di YouTube per limitare la diffusione di filmati propagandistici

YouTube va contro la propaganda online dell’Isis e di altri gruppi terroristici. La piattaforma di video sharing nei giorni scorsi ha introdotto un nuovo strumento di contrasto, chiamato ‘Redirect Method’, che reindirizza chi cerca video su contenuti estremistici con alcune parole chiave, a playlist curata ad hoc con una serie di filmati anti-Isis che “smascherano le narrative di reclutamento degli estremisti”.Lo scopo, evidenzia YouTube, è quello di contribuire a “far cambiare idea alle persone che rischiano di essere radicalizzate”, allontanando “la gente dalla propaganda estremista violenta”, guidandola “verso contenuti audiovisivi che si confrontano con i messaggi degli estremisti e ne sfatano la mitologia”.

Susan Wojcicki, ceo di YouTube

Il nuovo strumento è il risultato delle ricerche del think tank di Alphabet, Jigsaw, che collabora con Moonshot, organizzazione anti estremista e nelle prossimo settimane il sistema sarà esteso a livello internazionale, comprendendo anche una vasta gamma di chiavi di ricerca non in inglese, ulteriormente aggiornate di volta in volta.

La misura è l’ultima novità introdotta dalla piattaforma per limitare il rischio di associare pubblicità a contenuti che incitano all’odio e al terrorismo, dopo gli episodi che qualche mese fa hanno provocato non pochi malumori tra gli investitori pubblicitari.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Facebook, nel 2017 raddoppiata la spesa per lobbying in Ue. Da 1,2 a 2,5 milioni di euro

Nbc entra nel consorzio OpenAp dove raggiunge Fox, Turner e Viacom

Formiche, Roberto Arditti nel Cda e direttore editoriale. Cresce l’ebitda di Base Per Altezza