24 luglio 2017 | 18:30

Rds vuole una quota di minoranza di Radio 24. Montefusco a Fossa: disponibili a un’alleanza strategica. Secca la replica del Gruppo 24 Ore: l’emittente non è in vendita

Eduardo Montefusco, fondatore e presidente del gruppo Radio Dimensione Suono (Rds), uno dei maggiori network radiofonici nazionali, punta a un’alleanza industriale e strategica con Radio 24, l’emittente del gruppo Sole 24 Ore.

La manifestazione d’interesse è contenuta in una lettera inviata da Montefusco al presidente e amministratore delegato del Sole, Giorgio Fossa e Franco Moscetti.  Lettera diffusa dall’ufficio stampa di Rds  a cui, nel giro di pochi minuti, ha replicato il Gruppo 24 Ore: Radio 24 non è in vendita.

Consapevole dell’importante lavoro di risanamento e rilancio del gruppo Sole 24 Ore che i nuovi vertici aziendali hanno avviato negli ultimi mesi, Montefusco si rende disponibile ad acquisire una quota di minoranza di Radio 24 allo scopo di porre in essere un’alleanza industriale. “La nostra appartenenza alla grande famiglia di Confindustria – scrive il presidente di RDS – vuole essere una garanzia per tutti gli azionisti del Sole 24 Ore e per i suoi dipendenti attraverso un’operazione amichevole che ha come unico obiettivo il rafforzamento e il rilancio di un’emittente che si è saputa imporre sul mercato per i contenuti delle sue trasmissioni e che avrebbe tutto da guadagnare con l’ingresso di un gruppo come Radio Dimensione Suono che ha costruito negli anni uno dei principali network radiofonici del Paese”.

Un’alleanza industriale e strategica tra Radio 24 e il gruppo RDS – si legge ancora nella manifestazione d’interesse firmata da Montefusco – può rappresentare un’importante operazione di valore industriale che permetta di creare un operatore leader nel mercato dell’infotainment e di affrontare con successo le sfide tecnologiche e di un mercato in rapidissima evoluzione. Solo con forti alleanze tra gli operatori – aggiunge Montefusco – sarà possibile valorizzare e consolidare gli asset radiofonici. “La forte valenza industriale di questo progetto può rappresentare anche per il gruppo Sole 24 Ore un’opportunità unica in termini di creazione di valore e di posizionamento strategico”.

Nella foto, a sinistra Eduardo Montefusco, a destra Giorgio Fossa

RDS – si legge nella lettera di Montefusco – “sarebbe pronta a valutare opzioni di compartecipazione del gruppo Sole 24 Ore a questo progetto industriale che consentano di preservare i valori delle rispettive aziende e, allo stesso tempo, offrano un potenziale e significativo upside legato alla prevista creazione di valore derivante dal progetto industriale”. Il presidente di RDS si dice sicuro che la sua manifestazione d’interesse presenti “elementi di attrattività e unicità tali da essere seriamente considerata come un’alternativa competitiva rispetto a terzi e di certo intrinsecamente superiore a qualunque offerta avanzata da puri operatori finanziari”. La lettera si conclude confermando l’interesse e la disponibilità di RDS a “continuare a creare con il gruppo Sole 24 Ore sinergie nelle aree editoriali, commerciali e tecnica”.
Il gruppo RDS guidato da Eduardo Montefusco è leader del mercato radiofonico italiano con oltre 6 milioni ascoltatori giornalieri tra network nazionale ed emittenti “areali”, un fatturato di gruppo annuo intorno ai 65 milioni di euro e circa 270 dipendenti nelle sedi di Roma e di Milano.

La replica del Gruppo 24 Ore

Con riferimento al comunicato stampa diffuso oggi da RDS in merito ad un interesse per un’alleanza industriale e strategica con Radio 24, il Gruppo 24 ORE esclude ogni intenzione di vendita totale o parziale dell’asset, come più volte ribadito dai vertici dell’azienda.