27 luglio 2017 | 15:17

Ricavi in calo dell’1,7% per Mondadori, che chiude il primo semestre del 2017 con utili a 4,4 milioni di euro. Il gruppo: per il 2017 confermati i target con ricavi stabili

Mondadori torna a rivedere l’utile. Il semestre si chiude con un risultato netto positivo per 4,4 milioni di euro, in miglioramento di oltre 8 milioni di euro rispetto alla perdita del primo semestre 2016. I ricavi netti consolidati ammontano a 553 milioni di euro: in lieve calo rispetto a 562,5 milioni di euro del primo semestre 2016 (-1,7%). L’Ebitda consolidato è a 27,3 milioni di euro, in crescita del 21,2% rispetto al primo semestre 2016 anche per il positivo contributo di alcune plusvalenze. In miglioramento da quattro esercizi consecutivi. La posizione finanziaria netta di Gruppo è a -284,4 milioni di euro, in miglioramento di circa 90 milioni di euro rispetto a -374,8 milioni del primo semestre 2016.

Nella foto, Marina Berlusconi ed Ernesto Mauri, rispettivamente presidente e ad di Mondadori

Per quanto riguarda il secondo trimestre il risultato netto consolidato è positivo per 13,5 milioni di euro rispetto a un rosso di 2 milioni di euro al 30 giugno 2016. I ricavi consolidati si sono attestati a 291,9 milioni di euro, in calo del 5,2% rispetto al pari trimestre dell’esercizio precedente. Nonostante la discontinuità rappresentata dallo slittamento dei ricavi dell’area Educational, l’area Libri ha registrato nei secondi tre mesi dell’anno, che per la prima volta riflettono un perimetro omogeneo, una sostanziale stabilità rispetto all’esercizio precedente (+0,8%).

In relazione alle stime per l’esercizio in corso sono confermati i target con ricavi sostanzialmente stabili, Ebitda adjusted in crescita high-single digit, con conseguente miglioramento della redditività percentuale e di un significativo incremento dell’utile netto (+30%).

Nello specifico, tra i dati segnalati si evidenziano per l’area Libri ricavi che si sono attestati a 187,9 milioni di euro, registrando complessivamente un incremento del 10,4% rispetto allo stesso periodo del 2016 (170,1 milioni di euro), anche per effetto del consolidamento di Rizzoli Libri (presente solo nel secondo trimestre nel 2016) nonostante un programma editoriale che prevede la pubblicazione di titoli best-seller in misura prevalente nella seconda parte dell’anno.

I ricavi dell’area periodici si sono attestati a 148,1 milioni di euro, in calo del 7,9% rispetto ai 160,9 milioni di euro del pari semestre del 2016, anche per la significativa contrazione delle vendite congiunte.

In ambito digitale nei primi sei mesi dell’anno il Gruppo Mondadori ha raggiunto una unique audience di 16,6 milioni/mese11 rispetto agli 8 milioni/mese di maggio 2016 (+3,5% rispetto a dicembre 2016). Anche comScore, a maggio 2017, ha rilevato una audience del Gruppo di 23,6 milioni di utenti unici/mese, stabile rispetto al dato di dicembre.

Il margine operativo lordo rettificato dell’area Periodici Italia ha registrato un miglioramento del 12,8%, a 11,9 milioni di euro rispetto a 10,6 milioni del primo semestre 2016, principalmente per effetto del contributo positivo delle attività digitali, derivante dall’integrazione dei team e dei prodotti di Banzai Media con quelli di Mondadori.
Le attività print hanno registrato un margine stabile e compensato il calo derivante dal trend dei mercati per effetto delle continue azioni di ottimizzazione dei processi e del contenimento dei costi redazionali e di struttura.

Le attività digitali nel semestre hanno complessivamente registrato un Ebitda adjusted positivo (negativo nel primo semestre 2016). Il margine operativo lordo complessivo dell’area ha confermato tale trend di miglioramento, attestandosi a 11,7 milioni di euro (10 milioni di euro).

- Leggi o scarica la nota del gruppo (.pdf)