27 luglio 2017 | 18:00

Il Cda Rai nomina Stefano Coletta nuovo direttore di Rai3. A Nicola Claudio la carica di capo staff dei vertici di Viale Mazzini. Del Brocco confermato a RaiCinema

A Raitre Stefano Coletta rimpiazza Daria Bignardi che ha rassegnato tre giorni fa le sue dimissioni, chiudendo in maniera consensuale il suo contratto di lavoro con la Rai. Dopo l’uscita dell’ex dg Antonio Campo Dall’Orto col quale è in grande sintonia Bignardi, avendo il suo nuovo libro in uscita, ha preferito accelerare dando l’addio alla rete dove negli ultimi mesi si era vista poco anche per motivi di salute.La nomina del suo successore è stato alla maniera veloce inaugurata dal direttore generale Mario Orfeo ed è stata votata da tutto il Cda tranne che da Gianfranco Mazzucca che si è astenuto con la motivazione di non conoscere Coletta.

Stefano Coletta

Non è un nome blasonato, ma Stefano Coletta, una vita a Rai3, può essere la persona giusta a riprendere per mano la rete di cui conosce l’anima, i programmi e le persone che ne fanno parte e in cui ha fatto un percorso coerente di crescita. Coletta – ricorda una nota di Viale Mazzini – “ha iniziato la sua carriera in Rai nel 1991 come redattore e conduttore di programmi radiofonici (Radiodue 3131) e televisivi (su Rai1 e Rai3). Tra il 1997 e il 2007 è stato autore e successivamente capo progetto di programmi di prima e seconda serata (‘Mi Manda Rai3’, ‘Tatami’, ‘Amore Criminale’) e di day time (‘Cominciamo Bene’, ‘Racconti di vita’). Nel 2008 è stato nominato responsabile del Nucleo Produttivo di Programmi di servizio sociale, contribuendo all’innovazione di diversi programmi tv sotto la sua supervisione quali, tra gli altri, ‘Chi l’ha visto’. Da febbraio 2013 era vicedirettore di Rai3 con delega al Palinsesto e Marketing”.

Il cda ha ringraziato Daria Bignardi “per il prezioso lavoro svolto e per i risultati ottenuti dalla sua direzione e le ha augurato le migliori fortune per il prosieguo della sua attività professionale”.

L’altra nomina importante è quella di Nicola Claudio, attuale segretario del Consiglio di amministrazione e direttore in pectore della neocostituenda Direzione Governance.
Nicola Claudio, avvocato, è stato incaricato di disegnare e mettere in piedi la nascente direzione che sarà strutturata con due segreterie a supporto rispettivamente della direzione generale e della Presidenza e del Consiglio di Amministrazione. Una riorganizzazione che premia un dirigente molto riservato ma considerato estremamente affidabile tanto che il suo nome è stato tra i candidati più forti alla direzione generale post Campo Dall’Orto. Orfeo arrivando ha subito puntato gli occhi su di lui per la direzione del suo staff, ma la presidente Monica Maggioni non voleva privarsene così si è perfezionato il progetto della superdirezione Governance che accontenta tutti.

Nella riunione di oggi, il cda Rai ha ratificato alcune nomine proposte dal dg. Per quanto riguarda il rinnovo delle cariche di Rai Cinema, sono stati confermati Paolo Del Brocco come amministratore delegato e Nicola Claudio come presidente. Ilaria Dallatana, direttrice di Rai2, Maria Pia Ammirati, direttrice di RaiTeche ed Angelo Teodoli, direttore di RaiGold, saranno invece i nuovi componenti del consiglio di amministrazione.

In merito al reintegro della rappresentanza Rai nel consiglio di amministrazione Auditel dopo le dimissioni di Giancarlo Leone, il direttore generale ha indicato come nuovo componente il direttore del Marketing Cinzia Squadrone. Gli altri rappresentanti Rai nel Cda Auditel restano Marcello Ciannamea, Antonio Marano, Giuseppe Pasciucco, Alessandro Picardi e Gian Paolo Tagliavia.
Il neo direttore di Radio Rai Roberto Sergio è stato invece designato nel Cda della società Tavoli Editori Radio. Gli altri rappresentanti Rai sono Nicola Sinisi (presidente) e Antonio Marano.