Netflix punta sulle serie animate e arruola Matt Groening, il papà dei Simpson. Previsto per il 2018 il debutto della nuova produzione ‘Disenchantment’

Netflix vuole allargare la sua offerta di serie animate. E per farlo ha arruolato anche Matt Groening, il papà dei Simpson. La notizia circolava già da diversi mesi, ma solo nei giorni scorsi è arrivata la conferma ufficiale da parte della società californiana, insieme a qualche dettaglio in più sul progetto, il cui debutto dovrebbe avvenire nel 2018.

La serie si chiamerà ‘Disenchantment’ e avrà un ambientazione medievale nel regno di ‘Dreamland’. Tra i protagonisti dovrebbero invece figurare una giovane principessa ubriacona, un elfo molto vivace, ma anche orchi, spiriti e arpie, insieme a “molti stupidi umani”, come ha commentato la stessa Netflix.

Matt Groening (foto Olycom)

“Disenchantment riguarderà la vita e la morte, l’amore e il sesso, e come continuare a ridere in un mondo pieno di sofferenze e idioti, nonostante ciò che gli anziani, i maghi e gli altri incidenti vi dicono”, ha commentato Groening.

A produrre i 20 episodi sarà The Ululu Company, mentre l’animazione sarà curata da Rough Draft Studios. Nelle vesti di produttori esecutivi, accanto a Groening, ci sarà anche Josh Weinstein, che sul curriculum conta anche collaborazioni come consulente per la serie ‘Futurama’.

 

 

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Editori al contrattacco: Governo agisce al contrario degli altri Paesi europei. Riffeser: sì a confronto, no a minacce e denigrazioni

Profondo restyling per A&F di Repubblica, in edicola dal 22 ottobre. Calabresi: fatwa di Di Maio ha portato abbonamenti

Nasce Milano Running Festival, primo festival italiano del podismo. Ad aprile con Generali Milano Marathon