07 agosto 2017 | 12:30

Attesa per questa settimana la risposta di Vivendi alle richieste Consob sull’ipotesi di controllo delle media company francese su Tim

E’ attesa per l’inizio di questa settimana la risposta di Vivendi rispetto alla richiesta della Consob se la società abbia o meno il controllo di Tim. La Commissione che vigila sulle società quotate a tutela del mercato venerdì 4 agosto avrebbe inviato una richiesta tramite l’Amf – Autorité des marchés financiers, dato che Vivendi è una società di diritto estero – in cui chiede alla media company francese di pronunciarsi in merito al controllo, o meno, della società delle tlc italiana.

Nella foto Giuseppe Vegas, presidente Consob; Vincent Bollorè, presidente di Vivendi, e Arnaud de Puyfontaine, ad di Vivendi e presidente Tim

La richiesta, ricorda l’agenzia Ansa, nasce dalla dichiarazione, del 27 luglio scorso, del cda di Tim che in quella data aveva preso atto “dell’inizio dell’attività di direzione e coordinamento da parte di Vivendi”. Ora, dopo le precisazioni della telco Tim – datate sempre venerdì 4 agosto, la Consob chiede a Vivendi di esplicitare se abbia o meno il controllo su Tim ai sensi dell’articolo 2359 del codice civile che definisce come tale anche l’influenza dominante.

Intanto, segnala ancora l’agenzia Ansa, sempre venerdì si è riunito a Palazzo Chigi il gruppo di coordinamento del governo per avviare l’istruttoria sull’applicazione della golden power su Tim. Stando a quanto riportato, si è fatta una prima valutazione sul tema, avviando un processo di accertamento che andrà avanti nelle prossime settimane.