07 agosto 2017 | 16:53

Netflix entra nel mondo dei fumetti e acquisisce la casa editrice Millarworld. L’operazione un’evoluzione dei nostri sforzi per lavorare direttamente con i creatori, spiega la società

Netflix punta al mondo dei fumetti e compra Millarworld. Quella della casa editrice, fondata da Mark Millar – creatore di storie come “Kick Ass”, “Kingsman” e “Vecchio Logan” diventate poi film, con un passato in Marvel – rappresenta la prima acquisizione per la società californiana, ma gli analisti sono convinti che la mossa sia destinata ad aprire ad altre operazioni simili.Nessun dettaglio sui costi dell’operazione.

L’acquisizione è la “naturale evoluzione dei nostri sforzi per lavorare direttamente con i creatori e acquistare proprietà intellettuale e controllo di storie con personaggi coinvolgenti e senza tempo”, ha commentato Netflix, spiegando le motivazioni della sua operazione che si inserisce nella strategia della società. E lo stesso ceo Reed Hastings ha dichiarato l’intenzione di proseguire ad investire in questo tipo di prodotti.

Reed Hastings, fondatore di Netflix (foto Olycom)

Tramite lo sviluppo di contenuti originali, la compagnia sta cercando di dipendere sempre meno da negoziazioni di contratti esterni e di controllare meglio i costi.

Il successo di Netflix sta crescendo rapidamente, soprattutto tra i Millenial sempre meno disposti a pagare il tradizionale abbonamento per la televisione via cavo. Nell’ultimo trimestre ha guadagnato 5,2 milioni di utenti, portando il totale del suo pubblico a 104 milioni di abbonati.