Gli e-sports alla conquista delle Olimpiadi. Se i giochi vogliono mantenere il fascino anche sui più giovani, non si può più dire no a prescindere, dice Estanguet del comitato per Parigi 2024

Nel programma dell’Olimpiade di Parigi 2024 ci saranno probabilmente anche gare di videogiochi. Lo ha detto all’Associated Press il copresidente del comitato organizzatore locale, Tony Estanguet, rivelando che si è già discusso di questa possibilità, dopo che i cosiddetti ‘e-sport’ sono già stati ammessi a pieno titolo nel programma dei Giochi Asiatici a partire dal 2022.

Tony Estanguet (foto Olycom)

“Se le Olimpiadi vogliono mantenere il loro fascino anche nelle nuove generazioni devono considerare come sport veri e propri quelli praticati tramite videogiochi”, ha detto Estanguet. “Non possiamo più dire ‘non fa per noi’, ‘non fa per le Olimpiadi’, i tempi sono cambiati e non si può più dire no a prescindere”. “Bisogna parlarne con il Cio”.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Torna sopra i 40 milioni il numero di italiani che leggono o sfogliano un giornale. Dati Audipress 2018/III

I giornalisti di Mondadori Periodici: “esorbitanti” 35 esuberi su 149. L’Assemblea: un editore non abdica così al suo ruolo

A Repubblica arriva Verdelli e si riaccende la competizione con il Corriere della Sera