29 agosto 2017 | 15:10

Apple in disaccordo con gli studios di Hollywood sui prezzi dei film in 4k per la sua tv

Apple sta incontrando problemi a raggiungere un accordo con gli studio di Hollywood per l’offerta di film ad alta definizione per la nuova Apple TV. Lo riporta il Wall Street Journal citando alcune fonti, secondo le quali le difficoltà sono legate al tema dei prezzi. Stando alle voci, Apple punta a rendere i film disponibili in 4k a 19,99 dollari. Ma diversi studios non sarebbero d’accordo e vorrebbero cifre più alti, con un sovrapprezzo tra i 5 e i 10 dollari più alti per le pellicole.

Le dispute sui prezzi tra Cupertino e le società del settore dei media non sono una novità. Il gigante della Silicon Valley è del parere che prezzi inferiori potrebbero generare maggiori ricavi a lungo termine, al contrario di quanto asserito dagli studios, che si preoccupano spesso di preservare i margini sugli utili ed alzare i prezzi per prodotti di qualità più elevata. In più, secondo un dirigente di Hollywood, i prezzi proposti da Apple potrebbero rivelarsi relativamente competitivi, data la vastità di contenuti disponibili su Netflix a circa 12 dollari.

La collina di Hollywood (foto Olycom)

Apple – che dovrebbe svelare la nuova versione della sua TV per offrire video ad alta definizione nelle prossime settimane, durante l’evento di presentazione dei suoi nuovi prodotti in agenda per il 12 settembre - non ha fornito alcun commento sulla vicenda. In ogni caso, la società sta perdendo terreno nel segmento dello streaming a vantaggio dei servizi offerti da Amazon e Roku, che possiede già dispositivi 4k che costano circa il 60% in meno rispetto alla Apple Tv, i cui ricavi – oltretutto – contribuiscono in misura limitata ai conti della compagnia.