Vivendi chiede un rimborso di 422 milioni al fisco francese

Vivendi ha presentato due reclami contro il fisco chiedendo un rimborso di 422 milioni di euro e, secondo la tv francese Bfm, “con molte probabilità di successo”.

La richiesta, riporta l’Adnkronos, depositata dinnanzi al tribunale amministrativo di Montreuil, prevede un rimborso di 214 mln di euro pagati tra il 2013 e il 2017 per quanto riguarda la tassa sul 3% dei dividendi delle grandi aziende che successivamente è stata giudicata parzialmente non valida dalla Corte Costituzionale transalpina ed è stata giudicata in parte contraria alle direttive europee dalla Corte di Giustizia Ue.

Il secondo reclamo riguarda un rimborso di 208 milioni di euro per l’esercizio 2015 ed è legato ad una tassazione sugli utili battezzata Bénéfice mondial consolidé (Bmc).

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

La storia di Pippo Fava marca la serata. Mentana e Gruber al top nella giornata dell’incarico a Conte

Cessione TuStyle e Confidenze, il Cdr denuncia: dall’editore pressioni per neutralizzare lo sciopero

Fcp-Assoradio: ad aprile +18,4% per la pubblicità in radio