04 settembre 2017 | 12:07

Il sostegno al cinema una priorità per l’Unione Europea, dice la commissaria al digitale Mariya Gabriel. La creatività elemento fondamentale di una democrazia viva

L’audiovisivo è e resterà una delle priorità Ue, che grazie al programma Media ha sostenuto 11 tra i film presenti a Venezia di cui 5 in concorso. E’ il messaggio che la neo commissaria europea al digitale Mariya Gabriel porta alla Mostra di Venezia, dove è ospite in questi gironi. “Il programma Media gioca un ruolo essenziale nella condivisione della nostra identità comune di europei e nel sostegno alla diversità culturale, che ne è il corollario, e la creatività artistica e culturale è un elemento fondamentale di una democrazia viva e aperta”, ha sottolineato Gabriel alla vigilia della sua partenza per la Mostra. “E’ per questo – ha assicurato anche alla luce del futuro del programma Ue dopo il 2020 – che più che mai noi vogliamo sostenere la creazione, la produzione e la distribuzione dei contenuti, perché tocchino i cittadini in un memento in cui la democrazia e i valori europei sono messi di fronte ad attacchi in Europa e all’esterno”.

Mariya Gabriel

Gabriel, la più giovane di sempre a ricoprire questo ruolo, a Venezia incontrerà i responsabili del settore audiovisivo per discutere proprio delle azioni Ue per sostenere il cinema europeo, quindi il futuro del programma Media, la revisione in corso della direttiva sui servizi audiovisivi e delle regole sul copyright e i diritti d’autore. Stando a quanto anticipato dall’agenzia Ansa, incontrerà anche il ministro della cultura Dario Franceschini e il sottosegretario agli affari europei Sandro Gozi, insieme ai quali parteciperà a una conferenza stampa congiunta a cui si unirà anche il direttore generale responsabile per il digitale della Commissione Ue Roberto Viola.