04 settembre 2017 | 14:51

La strada per il cinema è quella di offrire servizi di qualità, dice lo storico gestore dell’Anteo, Lionello Cerri, che rinasce a Milano con film on demand e baby sitter

Sarà inaugurato venerdì 8 settembre a Milano il nuovo Anteo Palazzo del Cinema. “È un sogno che si realizza — racconta il gestore Lionello Cerri al ‘Corriere della Sera‘ —. Siamo partiti da un’unica sala per arrivare a questo progetto”. “Il Palazzo del Cinema sarà un posto in cui potersi incontrare, in cui troveranno spazio tante forme di spettacolo, perché non si proiettano più solo film ma anche concerti, spettacoli teatrali, opere. Sarà un posto dove crescere culturalmente grazie ad incontri e corsi. E anche un posto in cui divertirsi”.

 

Ci saranno anche una birreria e un caffè letterario gestito in collaborazione con Eataly e lo spazio con le educatrici in cui i più piccoli potranno giocare mentre i genitori guardano un film.

Un’altra novità è il cinema on demand: “Una sala da una trentina di posti in cui sarà possibile proiettare qualsiasi film presente e passato”. e che “potrà anche essere affittata per delle feste private e scegliere di mandare sul grande schermo i propri video (attorno ai 250 euro per l’intera sala)”.

“Il pubblico milanese è molto esigente — riprende Cerri — ma, in generale, la strada per il cinema è quella di offrire sempre più servizi, mantenendo le nostre proposte di qualità”.