06 settembre 2017 | 15:07

Analisi ascolti tv del 5 settembre: L’Italia al 35,3% con il calcio free e al 2% col basket su Sky. Kevin Costner batte il remake di Dirty Dancing. Con Papi che brilla in access su Tv8, la D’Errico non rimpiange Fiorello

La Nazionale di calcio non entusiasma per il gioco e per i risultati, ma continua ad essere una killer application senza tanti concorrenti in tema di ascolti tv. Sabato scorso gli 8,3 milioni di spettatori che hanno visto perdere l’Italia per tre a zero contro la Spagna rappresentavano il 40% della platea televisiva. Ieri, più o meno lo stesso pubblico, sintonizzato sulla striminzita vittoria degli Azzurri per uno a zero su Israele, è valso a Rai1 il 35,3% di share. Il match della squadra di Gianpiero Ventura ha superato in due momenti, alla fine del primo e del secondo tempo, quota 9 milioni di spettatori, avendo in chiusura l’attenzione del 39% delle persone davanti ai televisori. Più forte ancora (+7 punti circa), inoltre, è stato in proporzione il seguito tra il pubblico dotato di pay tv, che deve molto spesso proprio al calcio la scelta di abbonarsi.

Sopra l’esultanza degli azzurri dopo il goal contro Israele e un passaggio di ‘Litigi d’amore’; sotto ‘Dirty Dancing’ e ‘In onda’

Inutile dire che contro il calcio in prima serata è stata difensiva la scelta di tutte le reti principali: su Canale 5 la prima parte della miniserie tedesca ‘Il segreto di Marta’ ha riscosso 1,881 milioni di spettatori e l’8,25%. Sul terzo gradino del podio è salito il drammone agrodolce di Rai3, ‘Litigi d’amore’, con Kevin Costner e Joan Allen, che con 1,579 milioni di spettatori e il 7,14% ha battuto il remake di ‘Dirty Dancing’ su Rai2 (a 1,216 milioni e 5,8%).

In coda si è difesa dignitosamente Rete4 (la pellicola vintage ‘La casa stregata’ ha conquistato 946mila spettatori e il 4,26%), mentre hanno fatto male le trasmissioni ‘maschili’ di Italia1 (solo 864mila spettatori e il 3,7% per gli ultimi episodi del telefilm ‘Chicago Med’) e La7 (‘In Onda’ in versione large ha ottenuto 592mila spettatori e il 2,88% con Pierluigi Bersani ospite di Luca Telese e David Parenzo) che hanno pagato dazio più delle altre reti alla partita di Rai1.

Un passaggio di ‘In nome del popolo italiano’

In seconda serata, trainato da Italia-Israele, ha fatto bene su Rai1 il secondo appuntamento de ‘Nel nome del popolo italiano’. Ben fatto e interessante come quello dedicato a Vittorio Occorsio, il docufilm di ieri su Piersanti Mattarella ha avuto 1,086 milioni di spettatori e l’8,34%.

Nonostante il calcio, sono state ben quattro le emittenti ‘alternative’ a viaggiare intorno al 2% di share in prima serata: su Tv8 ‘Il mio grosso grasso matrimonio greco’ ha ottenuto 504mila spettatori con il 2,2%; su Rai4 ‘The Contract’ ha avuto 468mila spettatori con il 2%; su Nove ‘Cucine da Incubo’ ha ottenuto 438mila spettatori con il 2,1%; su Rai Premium ‘Provaci Ancora Prof 6’ ha conquistato 418mila spettatori con l’1,9%. Continua a fare il fenomeno Enrico Papi nell’access di Tv8: nonostante la partita di Rai1, infatti, il gioco ‘Guess my age’ ha ottenuto 531mila spettatori con il 2,31%, risultando il programma più visto delle rete diretta da Antonella D’Errico, che così, avendo trovato una trasmissione ideale per trainare la programmazione di prime time, non deve temere troppo la rinuncia di Rosario Fiorello a fare ‘Edicola Fiore’.

Enrico Papi