Il 67% degli americani usa i social per cercare news. L’analisi Pew Research: Twitter, Snapchat e YouTube le piattaforme più scelte dai loro utenti per informarsi (INFOGRAFICHE)

Il 67% degli americani utilizza i social per informarsi. E Twitter e Snapchat sono i due canali più scelti dai loro utenti per accedere alle news. Sono queste alcune delle evidenze che emergono da uno studio pubblicato recentemente dal Pew Research Center, realizzato lo scorso agosto su un campione di circa 5000 utenti. Stando ai dati, la percentuale totale è cresciuta solo del 5% rispetto a quanto visto nel 2016, nel periodo precedente alle elezioni di novembre. 

 

Differenti invece i trend registrati all’interno di specifici gruppi demografici, dove la tendenza è diventata più marcata. Come per esempio tra gli adulti “non white”, dove il numero di chi usa i social per le informazioni è cresciuto del 10%, passando dal 64% registrato nel 2016, al 74% di quest’anno. O tra gli over 50, dove la crescita è stata del 10%, passando dal 45% del 2016 al 55% attuale.

 

A livello generale Facebook resta il social dominante come fonte di notizie. Ma guardando alla percentuale di utenti su ogni social che ha dichiarato di utilizzarlo espressamente per cercare news, sono Twitter, SnapChat e YouTube i tre canali che registrano percentuali più alte.

Nel caso del sito dei 140 caratteri, quasi 3/4 dei suoi iscritti utilizza i cinguetti per questo scopo, in crescita del 15% rispetto al 2016, forse anche grazie all’uso che di Twitter ha fatto e continua a fare il presidente americano Trump. Per SnapChat la crescita registrata è pari al 12% (dal 17% del 2016 al 29% del 2017), forse anche grazie al numero di editori e gruppi media presenti nella sezione ‘Discover’. Simile la percentuale per Youtube (+11%), che recentemente ha aggiunto alla sua offerta anche la YouTube Tv e un elenco di breaking news nella sua home page.

Lo studio ha messo a fuoco anche le caratteristiche demografiche degli utenti che accedono alle news dai social. Senza troppe sorprese Snapchat e Instagram sono i canali con la user base più giovane, mentre LinkedIn è scelto dalla metà degli utenti di età compresa tra i 30 e i 49 anni.

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

Riffeser (Fieg): tocca agli editori gestire il passaggio da carta stampata a digitale. Dal governo servono risorse

Barachini: in Vigilanza funzione istituzionale. Credo nella divisione dei ruoli. Vendere reti Rai? Ipotesi lontana dalla realtà

Piero Angela torna super senza la concorrenza del calcio. Bene Telese e Parenzo