13 settembre 2017 | 15:02

Analisi ascolti tv 12 settembre: vince la Champions League, si difende bene ‘Il paradiso delle signore’. Con il calcio in auge, Berlinguer batte Floris grazie a Insinna e Camilleri. Belpietro batte Gruber, Vespa stacca Porro

Contro la Champions League e contro Mediaset, che ieri ha schierato ‘Roma-Atletico Madrid’ su Canale 5 (4 milioni circa e 16,5%) e ‘Barcellona-Juventus’ su Premium (918mila spettatori e 3,8%), Rai 1 si è difesa bene: ‘Techetechete’ ha fatto meglio del primo tempo del match in chiaro e subito dopo la fiction ‘Il Paradiso delle signore 2’ ha complessivamente ottenuto meno spettatori ma più share (3,650 milioni di spettatori ed il 16,7%) dell’incontro dell’Olimpico. Il successo del calcio, la forza della proposta dell’ammiraglia pubblica hanno influenzato pesantemente i risultati delle altre reti. Su Rai2 il telefilm ‘Criminal Minds’ ha conseguito 1,3 milioni di spettatori ed il 6,2% battendo un po’ a sorpresa, grazie al pubblico fidelizzato, il film in prima tv su Italia1 (‘Tutto può cambiare’ ha conquistato 1,271 milioni e 5,61%). Ascolti quasi dignitosi li ha portati a casa la pellicola di Rete 4 (‘Duplicity 874mila e 4,14%), mentre molto male sono andati i talk di approfondimento politico.

Con la massima competizione europea di calcio che impegnava Juve e Roma ad attrarre la maggior parte del pubblico maschile, sono stati esigui sia i risultati di ‘#Cartabianca’ (a 878mila spettatori 4,2% su Rai3) che quelli di ‘DiMartedì’ (836mila spettatori e 4,13% su La7). Molto sotto media, in particolare, rispetto alle trasmissioni dello scorso anno, è rimasto Giovanni Floris. Nella prima sfida con l’eterno rivale, Bianca Berlinguer ha schierato Flavio Insinna (divenuto inviato) che ha aperto il programma, e poi ha sciorinato, tra gli altri, Andrea Orlando, Giorgia Meloni, Valeria Fedeli ed Ezio Mauro, chiudendo con una lunga intervista ad Andrea Camilleri. Dall’altro lato della barricata, Floris è partito con Salvatore Accardo in sigla, ha quindi aperto con Mario Monti, prima di proporre la nuova copertina comica di Gene Gnocchi e, quindi, i passaggi, prima della solita zona green-salute delle 23.00 circa, di Marco Travaglio, Elsa Fornero, Matteo Salvini, Alessandra Moretti, Massimo Giannini, Vittorio Zucconi. Come è andata? In testa è partita la terza rete, con Insinna che ha vinto in maniera schiacciante il confronto contro Monti; poi Floris ha rimontato con la copertina comica di Gnocchi (4,1% il picco durante l’intervallo della Champions League) ed è rimasto in vantaggio finché non è iniziato lo zapping da Rai1, Rai2 e Canale 5. A quel punto ‘Cartabianca’ ha vinto il confronto con l’intervista ad Andrea Camilleri che è arrivata a sfiorare la leadership parziale con un picco di quasi il 10% di share.

In seconda sera questi gli equilibri, con allagamenti e violenze quali temi chiave dell’approfondimento notturno: ‘Porta a Porta’ è stato seguito da 854mila spettatori con il 10,4% di share; ‘Matrix’ ha avuto una media di 658mila spettatori con uno share del 7,9%; ‘Linea Notte’ ha attratto 394mila spettatori con il 4,6%.

In access Maurizio Belpietro ha battuto Lilli Gruber: su Rete4 ‘Dalla Vostra Parte’ (bollette pazze il tema) ha convocato 1,059 milioni di seguaci (4,4%), mentre su La7 ‘8 e Mezzo’ (Piero Fassino, Andrea Segre e Stefano Zurlo gli ospiti) ha convinto 965mila spettatori (4%).