15 settembre 2017 | 16:54

La procura Figc chiede due anni e mezzo di inibizione per Andrea Agnelli per la vicenda biglietti e ultrà. La difesa: puntiamo all’assoluzione completa

Due anni e sei mesi di inibizione da infliggere al presidente della Juventus, Andrea Agnelli, per i suoi rapporti non consentiti dal regolamento con gli ultrà bianconeri: è questa la pena che il capo della procura Figc, Giuseppe Pecoraro, ha appena richiesto al tribunale federale nazionale nel processo a porte chiuse per la vicenda biglietti e ultrà.

Secondo quanto riferito dall’Ansa, nelle richieste del capo della Procura federale, si propone per Agnelli anche l’estensione delle sanzioni in ambito Uefa e Fifa. Quanto alle altre persone coinvolte nel procedimento, è stata chiesta l’inibizione per sei mesi e 10mila euro di ammenda per Francesco Calvo, all’epoca direttore commerciale della Juventus, l’inibizione per due anni e un’ammenda di diecimila euro per Alessandro Nicola D’Angelo, security manager, l’inibizione di un anno e sei mesi e uguale ammenda per Stefano Merulla, responsabile del ticket office. Anche per questi ultimi, si chiede l’estensione delle sanzioni in ambito Uefa e Fifa.

Andrea Agnelli (Foto: Olycom)

La Procura federale ha chiesto, inoltre, per la Juventus due gare a porte chiuse, un’ulteriore gara con la curva sud chiusa e 300 mila euro di ammenda per responsabilità diretta del club bianconero nell’ambito del processo relativo alla vendita dei biglietti agli ultrà.

“Se puntiamo alla assoluzione completa? Beh, certo. Quando ci aspettiamo la sentenza? Il collegio ha dieci giorni di tempo, quindi da qui a dieci giorni”. Lo dice il legale di Andrea Agnelli, Franco Coppi, al termine del processo sportivo al numero uno del club bianconero per il quale il procuratore federale, Giuseppe Pecoraro, ha richiesto 2 anni e mezzo di sanzione. “Una richiesta pesante? La procura fa il suo mestiere, in genere non siamo abituati a fare previsioni, se un mese o l’ergastolo. Importante qui e contrastare gli argomenti dell’accusa”, ha aggiunto il legale.