Per la banda ultralarga in arrivo 3,5 miliardi di euro. Il ministro Calenda: senza investimenti non si raggiungono gli obiettivi

Per ”rafforzare e accelerare” il progetto della banda ultra larga ”stiamo per mettere altri 3,5 miliardi di euro”. Lo afferma il ministro dello Sviluppo economico, Carlo Calenda, intervenendo al convegno ‘Piano nazionale Impresa 4.0‘. Le risorse ulteriori sono necessarie perché, spiega il ministro, è risultato ”del tutto evidente che se non riusciamo a mettere investimenti più significativi non riusciremo a raggiungere gli obiettivi” fissati.

E ai cronisti che a margine della presentazione di Industria 4.0 gli chiedevano cosa pensasse dell’ipotesi in circolazione di scorporo della rete Tim con successiva fusione con Open Fiber, società della fibra che fa capo a Enel e Cdp, ha risposto: “addirittura! Tutto il ciclo abbiamo già fatto?”.

Carlo Calenda (foto Olycom)

Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on PinterestShare on Google+

Articoli correlati

I giornalisti lavorano troppo per pubblicare sempre di più. Allarme Consiglio d’Europa

Facebook chiude il trimestre con entrate in crescita del 50% e utile netto a +63%

Fcp-Assoradio: a marzo +10% per la pubblicità in radio