20 settembre 2017 | 15:35

Pancalli e Lotti: 50 campioni paralimpici per promuovere vere pari opportunità; FS, 210 mila interventi di assistenza mobilità disabili

Giorgio Greco – “E’ un caso di vera pari opportunità, di quella dettata dall’orgoglio di essere parte integrante e contribuire alla crescita dalla nostra comunità”. Cosi’ Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico, ha sotttolineato per Prima Comunicazione – il significato dell’iniziativa Ambasciatori dello sport paralimpico italiano, presentata stamane in una cerimonia svoltasi presso l’atrio della Stazione Milano Centrale. Un team composto da 50 campioni paralimpici italiani, capitanato da Alex Zanardi, partirà per un ideale viaggio nelle scuole, nei presidi sanitari, all’interno delle unità spinali con l’obiettivo di promuovere, attraverso le esperienze personali, l’importanza dell’attività sportiva per le persone con disabilità nonché far conoscere le opportunità offerte dallo sport paralimpico. “Lo sport – ha aggiunto Pancalli – è una metafora di quella vita che vorremmo. Quello che noi facciamo nello sport è di mettere i ragazzi nelle condizioni di esprimere il massimo delle loro abilità residue. Creaimo, cioè, le condizioni per quelle pari opportunità che vorremmo venissero estese alle paraolimpiadi della vita quotidiana e delle famiglie dei ragazzi disalibili”.

Luca Lotti e Luca Pancaldi

Luca Lotti e Luca Pancaldi

Il Governo era rappresentato dal Ministro per per lo Sport Luca Lotti, il quale ha definito l’iniziativa un grande investimento culturale. “Parliamo spesso dei successi sport paralimpico – ha detto a Prima – e riduciamo la discussione, giusta, agli aspetti strutturali. Ma dietro c’è un grande lavoro da fare, nelle unità spinali, nelle scuole ed è bello che questo lavoro venga portato avanti da questi ragazzi, esponenti di quella ‘meglio gioventù’ che lancia un messaggio e diventa un esempio. Sono veri ambasciatori di quello sport che con i loro successi fanno si’ che sventoli il tricolore nelle Olimpiadi e negli altri grandi eventi sportivi”.

Luca Pancaldi e Pierluigi Pardo

Luca Pancaldi e Pierluigi Pardo

All’evento – organizzato con il sostegno di Ferrovie dello Stato Italiane e di Grandi Stazioni Retail e con il contributo dei partner Cip Eni, Inail, Mediobanca, Fondazione Terzo Pilastro, Rai e Toyota – è intervenuto anche l’ex olimpionico Antonio Rossi, assessore allo Sport e Politiche per i Giovani della Regione.
I tre campioni paralimpici Bebe Vio (da Venezia Santa Lucia), Martina Caironi (da Bologna Centrale) e Giulio Maria Papi (da Roma Termini) hanno raggiunto la stazione Milano Centrale a bordo delle Frecce di Trenitalia e il loro viaggio come Ambasciatori dello sport paralimpico italiano è stato raccontato sui canali social del CIP e di FS Italiane attraverso l’hashtag #CuoreParalimpico.
L’intero Gruppo FS – ha evidenziato in un messaggio, Renato Mazzoncini, Amministratore Delegato e Direttore Generale di FS Italiane – è da tempo impegnato per rendere sempre più agevole l’esperienza di viaggio dei passeggeri a ridotta mobilità o con disabilità anche temporanea. “l nostro – ha concluso è un percorso strategico a conferma dell’impegno verso una chiara responsabilità sociale d’impresa che trova applicazione nella nostra Corporate Shared Value”. Nei primi otto mesi del 2017 sono stati quasi 210 mila gli interventi di assistenza per disabili operati da Rete Ferroviaria Italiana. Per il Gruppo FS Italiane erano presenti Claudia Cattani, Presidente di Rete Ferroviaria Italiana, e Orazio Iacono, Amministratore Delegato e Direttore Generale di Trenitalia.