21 settembre 2017 | 15:55

Per i giornalisti disoccupati corsi gratuiti del Corecom Lazio

Scadono il 20 ottobre i termini dei bandi per l’ammissione ai corsi di formazione su  tecniche, strumenti e professioni dell’informazione multimediale e della comunicazione digitale programmati dal Corecom Lazio.

Il progetto, come spiega una nota, verrà attuato dall’istituto Arturo Carlo Jemolo, centro del consiglio regionale del Lazio nel campo dell’alta formazione. L’intento condiviso anche dall’Associazione stampa romana, è di contribuire concretamente alla riqualificazione professionale e di agevolare il rientro nel mercato del lavoro di giornalisti e tecnici che vivono condizioni di disagio professionale, fornendo loro conoscenze e strumenti per lavorare con i nuovi media digitali, multicanali e multimediali e metterli in condizione di cogliere nuove opportunità professionali.

Michele Petrucci

Michele Petrucci

“L’iniziativa – ha affermato il presidente del Corecom Lazio, Michele Petrucci -  rientra negli interventi che il comitato ha intrapreso a sostegno dell’emittenza locale e degli operatori di servizi multimediali per l’audiovisivo. In un settore in cui le tecnologie hanno un ruolo primario – spiega Petrucci -  solo le donne e gli uomini possono garantire uno sviluppo sostenibile e responsabile, in grado di promuovere il rilancio di un comparto fondamentale per lo sviluppo economico-culturale a salvaguardia di diritti fondamentali come libertà e pluralismo dell’informazione”.

I posti disponibili per ciascuno dei corsi, sono 30 così suddivisi:

a) fino ad un massimo di cinque posti, per lavoratori con contratto non giornalistico che hanno già operato nel settore dei servizi multimediali per l’audiovisivo e sono in stato di cassa integrazione riferita ad imprese con unità aziendali ubicate nella Regione Lazio o con cassa integrazione scaduta da non oltre tre anni e/o in stato di disoccupazione in corso, iscritti ai centri dell’impiego della Regione Lazio;

b) fino ad un massimo di cinque posti, per lavoratori autonomi in possesso di P. iva  iscritti da almeno tre anni presso l’Ordine dei giornalisti del Lazio, che hanno già operato nel settore dei servizi multimediali per l’audiovisivo;

c) fino ad un massimo di 30 posti – dopo aver garantito i posti ai soggetti di cui ai precedenti punti – per lavoratori con contratto giornalistico ed iscrizione presso l’Ordine dei giornalisti del Lazio che hanno già operato nel settore dei servizi multimediali per l’audiovisivo e sono in stato di cassa integrazione o in cassa integrazione scaduta da non oltre tre anni e/o in stato di disoccupazione, iscritti ai centri dell’impiego della Regione Lazio;

Questo l’elenco corsi previsti:

-          Costituire una start up innovativa che operi nel settore del giornalismo multimediale

-          Strategie di comunicazione multimediale: il content marketing”

-          Le principali figure professionali per l’informazione e la comunicazione multimediale

-          Le figure professionali del seo e sem

Ibandi sono consultabili sui siti www.corecomlazio.it e www.jemolo.it.