21 settembre 2017 | 18:18

Il Gazzettino festeggia i 130 anni di vita e si rinnova: tutto a colori, nuovi grafica, formato e contenuti. Il direttore Papetti: in un mercato difficile il marchio è il valore aggiunto

“Centotrenta anni fa, quando Gianpietro Talamini fondò ‘Il Gazzettino’ in Italia c’erano già 150 giornali, eppure lui non ebbe paura, lanciò la sua sfida al mercato, ed ebbe ragione: Il Gazzettino diventò un quotidiano diffuso e lui vinse la sua scommessa. Ecco, oggi a 130 anni di distanza, Il Gazzettino lancia una nuova sfida, e si rinnova per stare al passo con i tempi ed un mercato in continua trasformazione: per questo sarà un giornale tutto nuovo, tutto a colori, con una nuova grafica, un nuovo formato e contenuti nuovi”. Così all’Adnkronos il direttore del quotidiano veneto, Roberto Papetti, spiega il nuovo giornale che sarà in edicola da sabato prossimo 23 settembre.

Roberto Papetti, direttore del Gazzettino (foto Cortinaestate)

Roberto Papetti, direttore del Gazzettino (foto Cortinaestate)

“In un mercato pur difficile, siamo infatti convinti che il ‘marchio’ sia un valore aggiunto, che vale, ed è per questo che l’editore (la famiglia Caltagirone ndr) ha deciso un investimento importante nel giornale – spiega il direttore de Il Gazzettino – consapevole che la carta stampa di qualità ha un futuro, assieme ovviamente ai nuovi canali dell’informazione”.

“Tra le novità del nuovo quotidiano (da 52 a 60 pagine) ci sarà la sezione ‘Macro’: al centro del giornale non sarà la classica terza pagina culturale, ma un contenitore di storie e personaggi, una finestra aperta sul mondo e una società in continuo cambiamento”, spiega Papetti.

Per festeggiare i 130 anni dalla sua fondazione e presentare il nuovo Gazzettino, domani pomeriggio a Palazzo Ducale in Piazza San Marco a Venezia l’editore la organizzato un grande evento che vedrà la partecipazione del presidente della Repubblica, Sergio Mattarella. A fare gli onori di casa saranno Francesco Gaetano Caltagirone e la presidente de Il Gazzettino, Azzurra Caltagirone. La cerimonia inizierà con l’Inno di Mameli da parte degli studenti del Conservatorio Benedetto Marcello di Venezia.

Dopo i saluti istituzionali del sindaco Luigi Brugnaro e del governatore del Veneto, Luca Zaia, sarà?proiettato un video prodotto dalla Rai Storia con immagini inedite, così da ripercorrere la storia de Il Gazzettino. Quindi il programma prevede un approfondimento sul tema: “Oltre la crisi, dialoghi al Nordest”, confronto tra l’ex
premier Romano Prodi e il politologo Ilvo Diamanti. a cui seguirà una tavola rotonda su ‘Il Gazzettino, la sua storia, il territorio” con la campionessa olimpionica Federica Pellegrini, l’ex procuratore di Venezia, Carlo Nordio, Arrigo Cipriani e il direttore Roberto Papetti.