22 settembre 2017 | 10:49

Più rubriche e servizi ogni ora per Radio Marconi, che compie 40 anni e riparte con un nuovo palinsesto. L’amministratore unico Giudici: recuperato quote di mercato e trovato nuovi sostenitori

Il nuovo palinsesto di Radio Marconi, che ha appena compiuto 40 anni, andrà in onda da lunedì 25 settembre, il giorno successivo all’ingresso in Diocesi dell’arcivescovo Mario Delpini. Confermata la scelta “per una radio di flusso, con un mix agile di musica e parole – spiega l’emittente, che ieri ha trasmesso dall’arcivescovado di Milano.

Daniele Giudici (Foto: Chiesadimilano.it)

Confermata la musica classica dalle 19 alle 7 del mattino che contraddistingue l’emittente, la nuova programmazione introduce un maggior numero di rubriche e servizi cadenzati ogni ora. Confermati gli appuntamenti dei giornali radio ogni mezz’ora con attualità nazionale e internazionale alternata alle notizie locali e a trasmissioni, sempre attente alle trasformazioni della comunità ambrosiana.

“In questi 40 anni molto è cambiato nel contesto nazionale e locale della radiofonia, nelle modalità tecniche di trasmissione e nel modo di fare informazione e giornalismo”, ha ricordato l’amministratore unico Daniele Giudici al portale della Diocesi. Ma Radio Marconi “ha recuperato quote di mercato, trovando sostenitori e nuovi clienti indispensabili per la sostenibilità aziendale”.

L’auspicio per il futuro è che “la Radio sia sempre sintonizzata sulla lettura critica e costruttiva delle notizie e che, come azienda, sappia organizzarsi nel mercato radiofonico per rispondere alle importati sfide socio-economiche”.

Ecco il palinsesto completo:

La giornata – si legge sul sito della Diocesi di Milano – inizia con la nuova fascia di “Vista Duomo” (alle 6.45 e poi alle 20 per la giornata successiva): un informatore diocesano con i fondamenti di senso per la giornata, dal Santo del giorno alla lettura commentata del Vangelo ambrosiano del giorno.

Alle 7, per essere subito sui fatti della giornata, debutta “Marconi Italia”, sui grandi temi che animano lo scenario italiano, per passare poi a “Marconi e dintorni”, con l’attenzione che si sposta sulle cronache, i dibattiti e i fatti dal territorio vicino, Milano e le province lombarde. Confermata alle 9.50 “L’Opinione”, approfondimento sul fatto del giorno con esperti di Curia e osservatori qualificati del mondo cattolico, seguito alle 10.50 da “Tra le righe”, altra occasione di commento per tentare di andare oltre la notizia. Alle 11 spazio ai dibattiti, agli approfondimenti e al talk di “Marconi Radio Aperta”, una sorta di filo diretto con gli ascoltatori su temi che generano discussione o per conoscere la realtà attiva della nostra Diocesi. Da mezzogiorno le rubriche sui temi cari al “sociale”, a partire da RadioScarp, la trasposizione radiofonica delle storie del mensile di strada Scarp de’ Tenis.

Il pomeriggio diventa “MarconiChiamaMusica”, con notizie e novità dal mondo musicale, prima che alle 16 si apra un altro spazio di interattività: “Parole per capirsi”, guida per conoscere e approfondire il lessico quotidiano di tematiche complesse come l’Islam, piuttosto che il mondo dei giovani o quello della fede. Finestre si apriranno (17.10) sul mondo della cultura e dello spettacolo, dello sport, dei blog che raccontano le nostre città. Uno spazio di aiuto al cittadino (in collaborazione con le Acli milanesi) è previsto alle 18.10. Approfondimenti dei fatti locali ancora alle 18.40 prima di “consegnarsi” alla musica classica protagonista di “Marconi Night Classical” fino alle 7 del mattino successivo, con le sue rubriche e speciali sul mondo della musica d’arte.