25 settembre 2017 | 13:58

L’Ansa guarda al Medio Oriente. Siglata una collaborazione con la Federazione delle agenzie arabe

Coordinamento sulle grandi sfide attuali e future del giornalismo, una ‘Commissione sul Dialogo’ tra agenzie di stampa arabe ed europee con l’Ansa come punto centrale di contatto e riferimento, forum sul terrorismo e meeting sulla tecnologia per sottolineare sempre di più il ruolo fondamentale delle agenzie di stampa nell’informazione nell’era della globalizzazione e di Internet. Sono alcuni tra i principali obiettivi e contenuti della ‘Dichiarazione di Roma’ firmata a Roma dal direttore generale dell’agenzia del Kuwait Kuna e direttore della Federation of Arab News Agencies (Fana) Sheikh Moubarak Duaij Al-Ibrahim al-Sabah e dall’amministratore delegato e direttore generale dell’Ansa Giuseppe Cerbone.

Giuseppe Cerbone, ad di Ansa

Giuseppe Cerbone, ad di Ansa

La ‘Dichiarazione di Roma’, spiega l’Ansa, specifica il valore delle agenzie di stampa come “principale risorsa di informazioni affidabili”, sottolineando il loro contributo “alla pace e alla sicurezza a livello locale, regionale, nazionale e internazionale”, soprattutto di fronte alla “crescita della disinformazione e della propaganda”.

Di fronte a questo panorama, Fana e Ansa hanno convenuto, per il futuro, l’importanza di “mettere in evidenza la necessità di un maggiore coordinamento tra le agenzie di stampa nazionali in Europa e le agenzie di stampa arabe” con l’obiettivo di “scoprire quali sono le possibilità disponibili da entrambe le parti per diffondere i principi di democrazia, diritti umani e sviluppo sociale, economico e culturale”.

Sarà l’Ansa ad avere il ruolo di punto di contatto tra le agenzie della Fana e le grandi agenzie europee per sviluppare questo dialogo. Un ruolo per promuovere incontri che possano sviluppare una reciproca maggiore conoscenza e nuove iniziative concrete.

Fana e Ansa hanno anche sottolineato l’importanza degli aspetti tecnici e tecnologici delle agenzie di stampa, e per questo è stato deciso di “realizzare un meeting tra i due gruppi”, nei quali “scambiarsi idee e informazioni” su questo tema.